Sospeso il processo per l’omicidio di Giulio Regeni

Sospeso il processo per l’omicidio di Giulio Regeni
Altri dettagli:
La Provincia Pavese INTERNO

Il processo ai quattro agenti è quindi venuto meno perché a parere della Corte d’Assise di Roma «il decreto che disponeva il giudizio era stato notificato agli imputati comunque non presenti all’udienza preliminare mediante consegna di copia dell’atto ai difensori di ufficio nominati, sul presupposto che si fossero sottratti volontariamente alla conoscenza di atti del procedimento».

Il tribunale ha quindi trasmesso gli atti al gup e annullando quel decreto che disponeva il giudizio

Questa mattina si è svolta la prima udienza nell’aula bunker di Rebibbia, ma la terza Corte d’assise di Roma ha deciso di non processare gli assenti: i quattro 007 egiziani che hanno sequestrato, torturato e ucciso il ventottenne ricercatore friulano. (La Provincia Pavese)

Ne parlano anche altri media

"Tredici indizi dimostrano come gli imputati si siano sottratti volutamente al processo" ha detto il pubblico ministero Sergio Colaiocco. Gli oggetti di Giulio. A Roma prima udienza del processo a carico dei quattro agenti egiziani (che non erano presenti in aula) accusati di avere sequestrato, torturato e ucciso il ricercatore friulano Giulio Regeni nel febbraio del 2016. (TGR – Rai)

Nell’aula bunker di Rebibbia presenti anche i genitori e la sorella di Giulio. Gli altri due imputati sono Athar Kamel Mohamed Ibrahim, e Sabir Tariq. (Corriere TV)

Ricordando come, tra l’altro, secondo le verifiche effettuate dalla procura, Regeni non si fosse mai recato in quei Paesi nel corso di quei mesi. Nessun nuovo elemento probatorio è stato comunque condiviso dall’Egitto dopo l’iscrizione dei quattro imputati nel registro degli indagati del processo italiano (Il Fatto Quotidiano)

Regeni: giudici, atti tornino al gup

Una presenza dello Stato che la famiglia ha sempre chiesto e che oggi potrebbe concretizzarsi in Aula. I giudici in sostanza dovranno valutare, così come già fatto dal gup nell’ambito dell’udienza preliminare, se i quattro imputati siano o meno dei "finti inconsapevoli" del processo a loro carico. (Avvenire)

Noi oggi ribadiamo l'invito a non andare in Egitto a fare le vacanze, anche ciascuno di noi può fare qualcosa" Si apre il processo per la morte di Giulio Regeni, De Falco: “Non andate più in Egitto” Si è aperto questa mattina nell’aula bunker di Rebibbia il processo per la morte di Giulio Regeni. (Fanpage.it)

(LaPresse) – Battuta d’arresto in apertura del processo per la morte di Giulio Regeni. Secondo i giudici della Terza Corte d’assise di Roma gli atti devono tornare al gup (LaPresse)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr