Sapete che in quarantena il Green Pass resta valido?

Sapete che in quarantena il Green Pass resta valido?
Infosec.news INTERNO

Ciò significa che in caso di contatto stretto da cui deriva un obbligo di quarantena, il Green Pass non è revocabile: provare per credere

Le liste di revoca del Green Pass sono state espressamente previste dall’art.

Sul piano operativo, infatti, nonostante l’implementazione di tale nuova funzione alcuni soggetti positivi e in isolamento si sono ritrovati a vedere che il proprio Green Pass si manteneva valido e non revocato. (Infosec.news)

Se ne è parlato anche su altri media

Per riattivare il Green pass dopo la negativizzazione, invece, si possono utilizzare sia il test rapido che quello molecolare. Il governo, dunque, continuerà a «puntare sul Green Pass, c’è stata una estensione del suo utilizzo (Open)

Io ho fatto il tampone a casa ieri, li abbiamo finiti”, racconta Ma ciò che emerge è che, in tanti, hanno il green pass ancora attivo: positivi al virus ma con la certificazione verde regolare. (Casteddu Online)

A seguito dell’entrata in vigore dell’ultima ordinanza di Regione Liguria in ambito Covid, la prima del 2022, divenuta operativa nella giornata di ieri, per il riconoscimento dell’avvenuta infezione e guarigione dal coronavirus sono stati sbloccati anche i test antigenici rapidi. (Genova24.it)

Il traffico di tessere sanitarie, i Covid party e i falsi tamponi: le truffe dei No vax per il Green pass

Così, Giani ha lanciato la proposta al governo di non sospendere il green pass da vaccino, in modo che chi guarisce e esce dall’isolamento possa ancora far valere quello vecchio, in attesa del nuovo. Ma non può tornare a lavorare, perché da Roma il green pass non è ancora arrivato. (Corriere Fiorentino)

Questo è il motivo per cui la maggior parte delle persone che, invece, si sono ritrovate soltanto ad avere un tampone antigenico positivo e poi successivamente una negatività difficilmente possono essere dichiarate soggette che hanno avuto il covid e e che adesso da guariti ottenendo il green pass». (Il Reggino)

Tamponi falsi. La nuova frontiera delle truffe dei No vax per ottenere la Certificazione Verde Covid-19 prende spunto proprio dall’affollamento di test di questi giorni. Nelle farmacie prese d’assalto dai cittadini, spiega oggi Repubblica, ormai nessuno più chiede la carta d’identità per verificare la corrispondenza con la tessera sanitaria. (Open)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr