Credit Suisse, presidente si dimette per violazione regole quarantena

Wall Street Italia ECONOMIA

Rientrando in Svizzera da Londra il 28 novembre, Horta-Osorio si era informato sulla possibilità di abbreviare o addirittura di essere liberato dalla quarantena.

A novembre, Horta-Osorio aveva annunciato una nuova strategia per tranquillizzare i banchieri d’investimento e rilanciare l’immagine della banca

Difficoltà che sono costate alla seconda banca svizzera diversi miliardi di dollari e licenziamenti. (Wall Street Italia)

Se ne è parlato anche su altri media

Ma ora lo stesso Horta-Osorio è costretto a lasciare la banca per uno scandalo che lo riguarda, ovvero aver violato le regole della quarantena sul Covid quando lo scorso luglio era andato con jet privato a Londra ad assistere alla finale del torneo di (Il Sole 24 ORE)

«L'uomo che ha sempre voluto essere il Ceo di una grande multinazionale finanziaria svizzera, ma non ci è riuscito né presso UBS, né presso Zurich, ha finalmente il potere ultimo», chiosa Inside Paradeplatz UBS - sempre in base a queste speculazioni che non trovano riscontri fattuali - potrebbe rilevare parte della attività di Credit Suisse (Ticinonline)

Horta-Osorio snobbò la disposizione, godendosi le finali che consacrarono poi proprio Novak Djokovic campione del mondo di tennis. La violazione delle regole anti-Covid non perdona, che si tratti di un’icona dello sport, come il campione di tennis Novak Djokovic o di una star del mondo della finanza, come il presidente (ex, ormai) di Credit Suisse, Antonio Horta-Osorio. (Finanzaonline.com)

Auguro ai miei colleghi di Credit Suisse tutto il meglio per il futuro». «Abbiamo impostato la giusta rotta con la nuova strategia e continueremo a incorporare una cultura del rischio più forte in tutta l’azienda», ha detto Lehmann (Il Sole 24 ORE)

Credit Suisse annuncia la nomina di Axel Lehmann La sua nomina a presidente del Cda di Credit Suisse risaleva invece solamente allo scorso aprile. (Euronews Italiano)

Parliamo del Presidente di Credit Suisse, secondo colosso bancario svizzero per importanza, il portoghese 57enne Antonio Horta-Osorio. Per ben due volte, tra luglio e dicembre, il banchiere, recentemente nominato baronetto dalla Regina Elisabetta, per il suo contributo al successo dell’economia britannica -per una decina d’anni guidò come CEO il Lloyds Banking Group -aveva violato la quarantena, utilizzando il jet della banca (La Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr