Covid: 10 casi in provincia. In regione indice contagio a 1,7%

Covid: 10 casi in provincia. In regione indice contagio a 1,7%
Cremonaoggi INTERNO

In regione diminuisce il numero dei ricoverati nelle terapie intensive (-1), ma sale di 3 quello dei ricoverati nei reparti ordinari.

Sette le nuove vittime (ieri 3), che portano il numero totale a 127.874 da inizio pandemia

Sono 2.072 i nuovi casi di Coronavirus registrati in Italia, ieri erano stati 3.127.

Sono 10 i nuovi casi di Coronavirus in provincia di Cremona nelle ultime 24 ore.

A fronte di 11.621 tamponi effettuati, sono 208 i nuovi positivi (1,7%). (Cremonaoggi)

Ne parlano anche altre testate

CORONAVIRUS, I SINTOMI DELLA VARIANTE DELTA. Coronavirus, focolaio a Treviso: 30 positivi, sono tutti casi di variante Delta. (Centro Meteo italiano)

I numeri sono cresciuti negli ultimi giorni per vari fattori C'è poi ricoverato un non vaccinato 50enne in gravi condizioni". (Primocanale)

Resta il fatto che la variante Delta (la cosiddetta “indiana”) è particolarmente contagiosa e sta causando una serie di sintomi “inediti”, di cui una parte è stata scoperta proprio di recente. Per riaprire la società con una maggiore velocità ed equità, bisogna migliorare il controllo dei contagi. (Centro Meteo italiano)

Covid. Lazio: “Tra gli over50 l'incidenza casi è 10 volte inferiore”

Intanto si raggiungono le 6,4 milioni di somministrazioni di vaccino. L’incidenza nel Lazio dei casi positivi ogni 100mila abitanti nella fascia di popolazione over 50 rappresenta meno del 5% ed è più bassa di almeno 10 volte l’incidenza complessiva. (LatinaQuotidiano.it)

Allo stato attuale, per quanto riguarda il passaggio da zona bianca a zona gialla, è necessario che l’incidenza superi i 50 casi ogni 100mila abitanti Saranno questi i passaggi che potrebbero definire i dettagli finali per quanto concerne non solo la zona gialla. (Amalfi Notizie)

21 LUG - “L’incidenza nel Lazio dei casi positivi ogni 100mila abitanti nella fascia di popolazione over 50 rappresenta meno del 5% ed è più bassa di almeno 10 volte l’incidenza complessiva. Nel Lazio oggi le somministrazioni raggiungeranno quota 6,4 milioni (Quotidiano Sanità)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr