Peste suina, allarme export: danni da 1,7miliardi di euro

Peste suina, allarme export: danni da 1,7miliardi di euro
La Stampa INTERNO

Il Made in Italy trema, e nell’aria c’è una zona rossa diversa da quelle a cui l’emergenza coronavirus ci ha abituati.

Sono solo gli ultimi danni provocati dalla fauna selvatica all’origine di questo grave allarme sanitario per il quale era stata proposta una riforma urgente mai arrivata.

Mentre è salito, fa sapere la Regione Piemonte, a 114 il numero dei Comuni, 78 in Piemonte e 36 in Liguria, compresi dal Ministero della Salute nella “zona infetta” da peste suina. (La Stampa)

Su altri media

Nei giorni scorsi, tra Piemonte e Liguria , sono state rinvenute delle carcasse di cinghiali contagiate dalla malattia . Come previsto dal Piano nazionale per le emergenze di tipo epidemico l'insediamento delle Unità di crisi a livello locale, regionale e nazionale per l'adempimento delle azioni previste dal manuale operativo e dalle norme specifiche in materia” (Tuttosport)

Peste suina in Italia: è allarme per la filiera alimentare

La peste suina preoccupa la filiera alimentare italiana. Nei giorni scorsi, tra Piemonte e Liguria, sono state ritrovate delle carcasse di cinghiali contagiate dalla malattia. (Corriere dello Sport.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr