Premier League, vaccino obbligatorio per i calciatori, staff e pubblico negli stadi

Premier League, vaccino obbligatorio per i calciatori, staff e pubblico negli stadi
Corriere della Sera SPORT

È prevista una proroga di due settimane per chi avrà fatto almeno una dose di vaccino.

Il dispositivo richiede l’immunizzazione anche a tutti i tifosi che vorranno andare allo stadio, sarà necessario dimostrare di essere vaccinati entro il primo ottobre per poter essere ammessi negli impianti.

La disposizione rientra nel più ampio piano del governo britannico per arginare un’eventuale quarta ondata. (Corriere della Sera)

Se ne è parlato anche su altri media

Chi non avrà la doppia dose entro quella data avrà una proroga di due settimane, ma solo per completare l'eventuale seconda dose. Al momento, però, secondo il Daily Mail solo due squadre sono in regola col piano vaccinale. (Fantacalcio ®)

Per seguire e interagire in DIRETTA sulle ultime di Calciomercato ISCRIVITI al canale YOUTUBE! Per avere aggiornamenti in TEMPO REALE sulle ultime di CALCIOMERCATO, ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM. (CalcioMercato.it)

E’ prevista una proroga di due settimane per chi al 1° ottobre avrà fatto una sola dose di vaccino. Chi entro quella data non si sarà vaccinato, non potrà scendere in campo. (Calcio e Finanza)

Premier League, obbligo vaccinale per calciatori e allenatori

La Lazio ha già messo a segno quattro acquisti, ma il suo calciomercato deve ancora entrare nel vivo Tentativo della Lazio per riunire l'esterno e Maurizio Sarri che al Napoli fecero faville. (La Lazio Siamo Noi)

Lo ha stabilito la Football Association, la federcalcio inglese, secondo quanto riportato dai media britannici. È prevista una proroga di due settimane per chi al 1° ottobre avrà fatto una sola dose di vaccino. (Fiorentina.it)

Milano, 22 luglio 2021 - La Premier League ha rotto gli indugi: sì all'obbligo vaccinale per tutti i tesserati - calciatori, allenatori e membri dello staff - di ogni club, nessuno escluso. Inoltre, chi ancora deve ottenere la prima dovrà farlo non più tardi delle prossime due settimane. (QUOTIDIANO NAZIONALE)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr