Opel Astra Debutta l'ibrido - Rubriche Motori, Bergamo

L'Eco di Bergamo ECONOMIA

La nuova Opel Astra si basa sulla terza generazione dell’architettura multienergia EMP2, in cui il Dna Opel è stato integrato fin dall’inizio dello sviluppo.

Per la prima volta il costruttore tedesco offre la nuova Astra in versione ibrida plug-in a due livelli di potenza.

Dopo i Suv Mokka, Crossland e Grandland, la nuova Astra è la prima berlina Opel a interpretare la filosofia stilistica Bold and Pure del marchio. (L'Eco di Bergamo)

Ne parlano anche altre fonti

Si riconosce tanto della Mokka, la Suv compatta di Opel, nella nuova Astra. Impostazione simile alla Mokka anche per gli interni, che sfruttano due schermi affiancati da 10”, uno per la strumentazione e uno per l’infotelematica. (Il Fatto Quotidiano)

I passeggeri possono utilizzare la nuova Opel Astra in modo intuitivo grazie ai larghissimi schermi touch, proprio come uno smartphone. L’architettura della nuova Opel Astra comprende anche i più recenti sistemi automatici di assistenza alla guida (MEGAMODO)

Opel Grandland GS Line. Versioni a benzina. Grandland 1.2 130 CV cambio manuale sei rapporti: 31.350 euro;. Grandland 1.2 130 CV cambio automatico otto rapporti: 33.350 euro. Opel Grandland “base”. Versioni a benzina. (Motori.it)

Estetica rinnovata con tanto di Opel Vizor, sicurezza e tecnologia aumentate e due motorizzazioni ibride plug-in al fianco delle solite endotermiche: la nuova Astra non è più la stessa di prima! (Info Motori)

La nuova Opel Astra, con la sesta generazione svelata di recente, ha dato un taglio netto con il passato sotto molteplici punti di vista. La nuova Opel Astra XCross, se mai arriverà a vedere la luce, affiancherà la sorella minore Opel Mokka, che nel nostro paese sta trovando un discreto successo nel mercato delle elettriche. (Motori News)

Nell’abitacolo, invece, ciò che cattura l’attenzione è sicuramente il “Pure Panel” che combina in un unico pannello il quadro strumenti digitale e il display del sistema infotainment con compatibilità Apple CarPlay e Android Auto. (Info Motori)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr