Faida a Torre Annunziata, il soldato dei Gionta «copre» i suoi sicari

Faida a Torre Annunziata, il soldato dei Gionta «copre» i suoi sicari
Metropolis INTERNO

Torre Annunziata.

La prima vittima della guerra di camorra di Torre Annunziata, con l raid che ha dato vita ufficialmente alla faida tra clan che ieri mattina ha poi portato all’omicidio di Francesco Immobile.

Due anelli della catena di violenza che da quasi un anno ha travolto i vicoli di Torre Annunziata

Ieri Guarro è stato nuovamente ascoltato dagli uomini in divisa che indagano sulla guerra di camorra di Torre Annunziata. (Metropolis)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Solo ieri un’altra persona era stata raggiunta da colpi d’arma da fuoco alle gambe e ai glutei. La malavita rappresenta il vero cancro della società, responsabile dei tanti atteggiamenti violenti e criminali che si stanno moltiplicando nelle strade di tutta Italia (Edizione Napoli)

Sul posto gli agenti di polizia che hanno ricostruito la dinamica dell'incidente. Auto si ribalta al centro della strada. (Lo Strillone)

Per ricostruire la dinamica dell’incidente sono a lavoro gli agenti del commissariato di Torre Annunziata Stavano percorrendo via Vittorio Veneto quando, per cause ancora da accertare, hanno perso il controllo e si sono ribaltati dopo aver impattato contro un altro veicolo. (Metropolis)

Auto si ribalta: paura per due giovani

Lo Stato deve fare lo Stato Torre Annunziata è ostaggio dei clan in guerra tra loro per il predominio degli affari illeciti. (TorreSette)

C’è un testimone dell’omicidio di Francesco Immobile. Le indagini sull’agguato mortale ai danni del 36enne all’esterno della Chiesa di Sant’Alfonso potrebbero avere una svolta nelle prossime ore. (Lo Strillone)

Sul posto è arrivata un'ambulanza del 118 che ha soccorso i feriti e una pattuglia della polizia a cui invece è riservato il compito di ricostruire la dinamica dell'incidente. Protagonisti due giovani a Torre Annunziata la cui vettura si è capovolta lungo via Vittorio Veneto. (NapoliToday)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr