Vendetta lampo della Meloni. Giorgia fa shopping in Forza Italia. E in Calabria salta l'intesa

Vendetta lampo della Meloni. Giorgia fa shopping in Forza Italia. E in Calabria salta l'intesa
LA NOTIZIA INTERNO

Il centrodestra ha deciso di convergere sul civico Fabio Battistini, indicato dal leader leghista Matteo Salvini, come candidato sindaco a Bologna.

“La volta scorsa Salvini impose un candidato della Lega, questa volta ha imposto un candidato civico.

Dopo il via libera della Lega e di FdI, anche FI si è rassegnata a dire sì all’imprenditore.

“Malan fa politica da tanti anni, la sua scelta di oggi dimostra anche che siamo in grado di attrarre classe dirigente. (LA NOTIZIA)

Ne parlano anche altri media

Ma chissà se invece la rappresaglia di Fratelli d’Italia non diventi nel tempo un boomerang. Su due fronti: attacco a Forza Italia. Come quella avvenuta ieri in occasione della conferenza stampa. (Tiscali Notizie)

Serve un chiarimento. Lo spiega la stessa Meloni presentando il suo libro: "Ci sono delle cose da chiarire nel centrodestra, nessuno ha lavorato in questi anni come Fratelli d'Italia per l'unità della coalizione. (AGI - Agenzia Italia)

Sì, anche il vaccino diventa tema da campagna elettorale: sta succedendo a Roma dove il vaccino che non ha ancora ricevuto Virginia Raggi è diventato un motivo d'accusa per il suo competitor Carlo Calenda. (ilmessaggero.it)

Verso le elezioni - I dubbi di Giorgia Meloni aprono una crepa nel fortino del centrodestra

«La candidatura di Roberto Occhiuto alla presidenza della regione Calabria e’ frutto di una delle regole che sono saltate e, quindi, la valutazione va fatta». Noi dobbiamo favorire la campagna vaccinale e per farlo serve una campagna trasparente e serietà, che è mancata in tutta questa vicenda» (Corriere della Sera)

La ministra: "Non si metta in discussione l'unità della coalizione". (LaPresse) “Alla fine credo che con la Meloni si possa e si debba trovare un momento di chiarimento. (LaPresse)

Dice infatti Giorgia: «Oggi la candidatura di Roberto Occhiuto alla presidenza della Calabria è frutto di una delle regole che sono saltate e quindi la valutazione va fatta». Mettendo da parte il pretesto delle nomine in Rai, il vero motivo del contrasto insorto fra Lega e Fratelli d’Italia, sarebbe proprio quella sintonia sbocciata fra Renzi e Salvini. (Quotidiano del Sud)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr