L'automotive lombardo è a pezzi. A Brescia scoppia il caso Timken

ilGiornale.it ECONOMIA

Aperto nel 1978 dalla Gnutti Carlo spa, l'impianto è stato acquisito nel 1996 dalla multinazionale statunitense presente in 42 Paesi nel mondo.

A Villa Carcina si respira a pieni polmoni lo sconforto che regna tra gli operai della Timken, stabilimento specializzato nella produzione di cuscinetti a rulli per il mercato ferroviario e automotive.

Terminata la cassa integrazione di un anno, infatti, i 106 operai rimarranno senza lavoro

È un paesino di 10mila anime in provincia di Brescia a dare il via alla stagione delle vertenze lavorative dopo lo sblocco dei licenziamenti dell'epoca Covid. (ilGiornale.it)

Su altri giornali

Una multinazionale a stelle e strisce nel cuore della capitale italiana della componentistica automotive. Quotata alla Borsa di New York, specializzata nella produzione di cuscinetti ingegnerizzati e prodotti per la trasmissione di potenza, Timken collabora anche con la Nasa nella fornitura di componenti per i rover marziani, oltre che con società energetiche nella produzione di turbine eoliche, a Brescia l’azienda produce cuscinetti a rulli conici a fila singola per il mercato fuoristrada e ferroviario. (Corriere della Sera)

E' stato un lunedì 19 luglio di fuoco a Villa Carcina, in provincia di Brescia. La multinazionale Timken chiude: 106 lavoratori perdono il posto. (Prima Brescia)

“Questo cambiamento, per quanto difficile”, spiega una nota dell’azienda, “è necessario per ottimizzare le attività e riorganizzare l’assetto produttivo dell’azienda, con l’obiettivo di servire al meglio i clienti globali”. (QuiBrescia.it)

Un applauso di sdegno, fischi e urla di indignazione hanno accompagnato l’uscita dallo stabilimento di Villa Carcina di Andy Dillon, direttore europeo del gruppo statunitense Timken specializzato nella produzione di cuscinetti ingegnerizzati per l’automotive. (Brescia Oggi)

La sua storia inizia quando Henry Timken, nel 1898, brevetta il cuscinetto a rulli conici da lui ideato. La multinazionale Timken di Villa Carcina a Brescia questa mattina ha comunicato la chiusura immediata dello stabilimento. (La Stampa)

“La Fiom – continua la nota – ha chiesto al Ministero di convocare azienda e istituzioni locali per affrontare l'ennesima vertenza ed evitare i licenziamenti. E' urgente inoltre far ripartire il tavolo del settore automotive per affrontare la fase di transizione e individuare gli investimenti e gli strumenti per la tutela dell'occupazione e dell'industria”. (BresciaToday)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr