Coronavirus, in arrivo 24mila dosi di vaccini fra Moderna e Astrazeneca

Coronavirus, in arrivo 24mila dosi di vaccini fra Moderna e Astrazeneca
GenovaToday ECONOMIA

Sabato 1 maggio il corriere di Poste Italiane Sda consegnerà presso l'ospedale Villa Scassi di Genova 2.900 di Moderna e ben 21mila dosi di AstraZeneca.

In totale il corriere Sda in collaborazione con l'Esercito Italiano consegnerà in Italia due milioni e 440.400 dosi di vaccini Johnson&Johnson, Moderna e AstraZeneca

Il 1 maggio alcuni mezzi speciali, attrezzati con celle frigorifere, prenderanno in carico i vaccini a Sestri Levante e proseguiranno il loro viaggio, per raggiungere la loro destinazione finale presso le strutture della provincia. (GenovaToday)

La notizia riportata su altri giornali

AstraZeneca fa sapere che non riceverà utili da questo fronte durante la pandemia. Condividi. Effetto pandemia per il gruppo farmaceutico anglo-svedese AstraZeneca, produttore del vaccino anti-Covid-19: la società ha raddoppiato il suo utile netto nel primo trimestre, portandolo a 275 milioni di dollari, proprio grazie alle vendite di questo siero. (Rai News)

La casa farmaceutica, che rende noto per la prima volta il turnover sul vaccino, ha generato un utile netto di 1,56 miliardi di dollari sui primi tre mesi dell’anno, rispetto ai 780 milioni per lo stesso periodo dell’anno precedente, secondo quanto riportato da un comunicato della società. (Ticinonews.ch)

Il vaccino è la vera strada per uscire da questi mesi così difficili” Il sostituto procuratore Giancarlo Vona ha dato incarico al medico legale Luca Tajana di eseguire l’autopsia insieme all’ematologo Franco Piovella. (Imola Oggi)

Astrazeneca, non solo vaccini. Profitti raddoppiati nel primo trimestre

Solo in Europa, sono stati venduti vaccini per 224 milioni di dollari, mentre le vendite sono state pari a 43 milioni sui mercati emergenti e a 8 milioni nel resto del mondo. L’utile netto è salito da 780 milioni a 1,56 miliardi nel primo trimestre – Vendute 68 milioni di dosi di vaccini a 4 dollari l’uno, prevalentemente in Europa. (FIRSTonline)

«Prevediamo che l’impatto del Covid anticiperà un’accelerazione delle prestazioni nella seconda metà del 2021», ha dichiarato l’amministratore delegato Pascal Soriot . (Corriere della Sera)

"Prevediamo che l'impatto del Covid anticiperà un'accelerazione delle prestazioni nella seconda metà del 2021", ha spiegato l'amministratore delegato Pascal Soriot presentando i conti (La Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr