Palermo, maltrattavano anziani ospiti della casa di riposo: 4 arresti

Palermo, maltrattavano anziani ospiti della casa di riposo: 4 arresti
Sky Tg24 INTERNO

Nessun positivo al Coronavirus. Intanto, non risulta alcun positivo al coronavirus tra gli ospiti e il personale della casa per anziani dopo i tamponi effettuati dal personale della direzione della centrale operativa del 118

La denuncia. Tutto è nato da una richiesta di aiuto telefonica che una anziana ospite della casa di cura ha fatto a un laboratorio di analisi palermitano.

Al centralinista diceva, piangendo, di essere trattata "peggio di un cane", di essere stata legata. (Sky Tg24 )

Ne parlano anche altri media

Con lo stesso provvedimento, il giudice ha disposto il sequestro preventivo della onlus. A denunciare le violenze è stato un ospite della casa di riposo (ZMedia)

Le indagini dei finanzieri del Nucleo di Polizia economico - finanziaria di Palermo - Gruppo Tutela Mercato Capitali, avviate grazie alla segnalazione di un’ospite della casa di riposo, si sono sviluppate attraverso specifiche attività di intercettazione delegate dalla Procura della Repubblica, che hanno consentito di documentare fin da subito episodi di maltrattamento, fisico e psicologico, ai danni degli anziani. (Monreale News)

In meno di due mesi sono state, infatti, registrate decine di episodi di vessazioni e angherie attuate sistematicamente a danno degli anziani costretti a vivere in uno stato di costante soggezione e paura. (Adnkronos)

Le intercettazioni nella casa di riposo e il diario dell'orrore: "Agli anziani anche cibo scaduto"

In questi contesti il controllo sociale riveste un ruolo determinante» In quattro sono stati arrestati e messi ai domiciliari per i maltrattamenti nei confronti degli ospiti (che pagavano 800 euro al mese di retta). (Corriere del Mezzogiorno)

Nel quadro dell'operazione "Nessuno tocchi i nonnini", la Onlus "I nonnini di Enza" - che gestisce l'attività di assistenza residenziale - è stata sequestrata a titolo preventivo e affidata ad un amministratore giudiziario nominato dal Tribunale di Palermo, al fine di "assicurare la prosecuzione dell'attività con personale qualificato nell'interesse e per la salvaguardia degli ospiti". (AGI - Agenzia Italia)

E' Carmelina Ingrassia a dire a un'ospite: "Non ho intenzione di parlare, non mi va! Si mette con questa faccia, le darei un ceffone, ora devi stare muta!". (PalermoToday)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr