Usa, uccise due antirazzisti: assolto. Sentenza choc nel Wisconsin

euronews Italiano ESTERI

Le associazioni contro il razzismo ribadiscono la richiesta di giustizia per quelle vittime, e sottolineano come negli Usa chi ha la pelle nera sia costretto a subire diseguaglianze perfiono davanti alla legge.

Per tutta la durata del processo, nel timore di incidenti, fuori dal tribunale è stato schierato l'esercito.

Oltre ai militanti per i diritti civili hanno seguito il processo anche molti suprematisti bianchi, dai quali l'assoluzione viene salu tata con soddisfazione. (euronews Italiano)

Ne parlano anche altre fonti

E Tom Nichols, ex docente al Naval War College, autore del saggio «Il nemico dentro» (Luiss), repubblicano, concorda: «Vero, e chi tifa per la sentenza lo sa benissimo». I prescelti han fiutato l’aria, riconoscendo la «legittima difesa» di un individuo armato con un mitra da guerra AR-15 contro cittadini disarmati. (il mattino di Padova)

Sulla violenza, tratto oramai distintivo del DNA a stelle e strisce senza dover necessariamente scomodare il Far West. Parliamo del diciottenne che, nell’agosto del 2020, uccise due uomini e ne ferì un terzo con un fucile semiautomatico durante una protesta di Black Lives Matter a Kenosha, nel Wisconsin (Corriere del Ticino)

E Tom Nichols, ex docente al Naval War College, autore del saggio «Il nemico dentro» (Luiss), repubblicano, concorda: «Vero, e chi tifa per la sentenza lo sa benissimo» (La Stampa)

Il verdetto di Kenosha, con l’assoluzione dell’adolescente bianco che la sera del 25 agosto 2020 uccise a colpi d’arma da fuoco due manifestanti bianchi anti-razzisti, “mette a nudo le divisioni dell’America”. (Il Fatto Quotidiano)

La mattina dopo, Rittenhouse si costituisce con l’accusa di omicidio intenzionale di primo grado. La polizia spara gas lacrimogeni sulla folla. (Rolling Stone Italia)

Scontri su scontri. Rittenhouse e' rincorso a più riprese e non prende mai l'iniziativa di attaccare. (Corriere della Sera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr