Pastasciutta con una pianta velenosa: Valerio Pinzana muore intossicato a 62 anni

Pastasciutta con una pianta velenosa: Valerio Pinzana muore intossicato a 62 anni
Nordest24.it INTERNO

Valerio aveva raccolto in montagna il “colchico d’autunno”, una pianta altamente velenosa per poi utilizzarla come condimento per un piatto di pasta.

Familiari e parenti non si danno pace per la morte di Valerio Pinzana avvenuta in seguito ad una intossicazione procurata da una pianta velenosa da lui stesso raccolto ed utilizzato per “condire” una pastasciutta.

Secondo le analisi effettuate sul condimento utilizzato da Valerio durante il pranzo si è riscontrato che aveva ingerito il colchico confondendolo con dell’aglio orsino

Con ogni probabilità l’uomo ha confuso la pianta senza rendersi conto come l’avrebbe portato alla morte. (Nordest24.it)

Ne parlano anche altre testate

Muore avvelenato dopo aver cucinato una pasta con il colchico d’autunno, un fiore estremamente velenoso che aveva. Si prepara la pasta con un fiore e muore avvelenato. Muore avvelenato dopo aver cucinato una pasta con il colchico d’autunno, un fiore estremamente velenoso che aveva raccolto in montagna e che aveva ridotto a pesto. (Il Caudino)

In quell’occasione, avrebbe confuso il colchico d’autunno con una pianta edibile senza rendersi conto della gravità del suo errore. Pinzana è morto il giorno di Pasquetta in ospedale a Pordenone dopo il ricovero. (Sputnik Italia)

Secondo le ricostruzioni l’uomo avrebbe confuso l’aglio orsino (Allium ursinum), specie commestibile, con il colchico o falso zafferano (Colchicum autumnale), molto simile al croco ma estremamente velenoso, detto infatti anche arsenico vegetale. (Montagna.tv)

Coglie falso zafferano per condire la pasta e muore avvelenato

Secondo una prima ricostruzione, durante una passeggiata nel bosco una decina di giorni fa aveva raccolto del còlchico autunnale, una pianta molto velenosa, scambiandolo per aglio orsino. Pinzana ha poi usato le erbe spontanee per fare un pesto e condire la pasta. (TGR – Rai)

Dopo averla ingerita, l’uomo ha avvertito dolori tremendi, ma non ha chiesto immediatamente aiuto, essendo reduce del Covid e pensando che potesse essere un effetto collaterale tardivo Secondo una ricostruzione della vicenda, la scorsa settimana l’uomo aveva fatto una passeggiata nei prati attorno a casa per raccogliere dell’aglio da impiegare come condimento. (L'HuffPost)

La quota minima di adesione è 10 euro Stessa cifra (10 euro) è richiesta per sindaci, presidenti del Consiglio comunale e assessori nei Comuni con elezioni amministrative a doppio turno. (Yahoo Notizie)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr