Lizzano, donna incinta presa a calci e pugni e poi legata alla gola dall’ex

Lizzano, donna incinta presa a calci e pugni e poi legata alla gola dall’ex
Corriere della Sera INTERNO

Ancora la violenza di un uomo si scatena contro una donna, incinta, ancora per una relazione sentimentale finita.

I militari della stazione di Lizzano in Belvedere hanno subito avviato le ricerche della donna, poi rintracciata fuori dal centro abitato.

Ai militari che lo hanno arrestato e trovato in possesso del laccio, il 34enne ha riferito di aver agito per gelosia

Ma mentre la donna era al telefono con i carabinieri, la conversazione era stata interrotta bruscamente. (Corriere della Sera)

Su altri giornali

Gli altri due lo hanno immediatamente aggredito, gli hanno strappato lo smartphone dalla mano e lo hanno gettato poco lontano dalla macchina in fuga “Non buttate i calcinacci in strada”: cittadino picchiato con calci e pugni dagli ‘zozzoni’ l fatto è accaduto intorno alle 21,30 di domenica, quando un cittadino ha sorpreso due persone che scaricavano calcinacci e altri materiali di risulta a lato della carreggiata di via del Trullo, all’altezza di via Pitigliano. (Fanpage.it)

Dopo averli rimproverati e aver fotografato la loro auto, i due "zozzoni" lo hanno aggredito con calci e pugni, strappandogli il cellulare di mano e gettandolo dalla macchina in fuga È quanto successo domenica sera al Trullo, all'altezza via Pitigliano. (RomaToday)

Per questi metodi violenti una maestra di 59 anni di una scuola dell'infanzia della provincia di Monza è stata quindi interdetta per un anno dall'esercizio della professione. Peraltro, le botte e le offese ai bambini, stando all'indagine dei carabinieri, erano all'ordine del giorno. (Liberoquotidiano.it)

Roma, al Trullo aggredito a calci e pugni: stava fotografando due uomini che scaricavano rifiuti in strada

A chiamare i carabinieri è stata la donna: ha raccontato in lacrime la grave situazione temendo le eventuali reazioni dell’ex compagno. Ricostruita la dinamica di quanto già avvenuto, i carabinieri hanno rintracciato il trentaquattrenne trovato in possesso del laccio. (YouTG.net)

La donna è riuscita a chiamare i carabinieri, che hanno arrestato l'uomo - un 34enne italiano - che deve rispondere ora di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali aggravate. I militari sono riusciti a rintracciare la donna fuori dal centro abitato e a soccorrerla (La Repubblica)

Il fatto è accaduto domenica scorsa, verso le 21,30, in via del Trullo, all'altezza via Pitigliano. Solidarietà al cittadino picchiato con calci e pugni per aver rimproverato due zozzoni che scaricavano rifiuti in strada (ilmessaggero.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr