Aggressione a Soverato, Casadonte: “Pronto a far lavorare la giovane nigeriana al Festival”

Aggressione a Soverato, Casadonte: “Pronto a far lavorare la giovane nigeriana al Festival”
Approfondimenti:
CatanzaroInforma INTERNO

Credo di interpretare i sentimenti di tutta la comunità, e la vetrina del Festival mi consente di poter fare da cassa di risonanza stringendomi attorno alla giovane vittima.

Ma non mi sono voluto fermare alle parole, sto assumendo una serie di informazioni affinché si possa fare qualcosa di concreto subito per Beauty.

La Calabria non é questa, ci sono imprenditori che ogni giorno si impegnano a far crescere questa terra e restituirne un’immagine diversa e più edificante

Una notizia ripresa dalle testate nazionali, una brutta pagina di cronaca per la Calabria. (CatanzaroInforma)

La notizia riportata su altri media

La donna, assunta come lavapiatti dal gestore di un lido, ha raccontato ai militari di essere stata aggredita e insultata dall’uomo. Successivamente anche il gestore dell’esercizio si è recato dai carabinieri per fornire la propria versione dei fatti. (Gazzetta di Parma)

Chiede di essere pagata, il datore di lavoro l’aggredisce. Chiede di essere pagata, il datore di lavoro l’aggredisce: la denuncia. In un commento al video, l’associazione riferisce che la ragazza è andata al pronto soccorso per le lesioni subite e poi dai carabinieri per raccontare quanto accaduto (Virgilio Notizie)

Nel pomeriggio di ieri, per quattro ore la ragazza ha raccontato tutto nei minimi dettagli ai carabinieri di Soverato di fronte ai quali ha formalizzato la denuncia. La colpa, spiega la giovane ai microfoni di Repubblica, “aver rivendicato il pagamento delle reali ore lavorate – dieci al giorno, a volte anche di più – e non quelle fittiziamente indicate sul contratto. (StrettoWeb)

Aggressione Soverato, Bruni: “Vanno recuperati valori”

Quando va dal titolare dello stabilimento per ottenere il restante salario (ha incassato solo un anticipo di 200 euro), riceve per tutta risposta botte e insulti. Per tutta risposta viene presa a calci e pugni e insultata. (QUOTIDIANO NAZIONALE)

Troppo spesso assistiamo a situazioni simili senza che nessuno, pur potendolo fare, assuma l’iniziativa di fermare chi usa la violenza, in modo particolare sulle donne. “Ha chiesto solo di essere pagata prima di andarsene via da quel lavoro a Soverato dove fin dal principio aveva ricevuto insulti e maltrattamenti. (CatanzaroInforma)

Sull’episodio di Soverato si sono ora concentrate le indagini dei carabinieri della compagnia di Soverato ma sembrerebbe che non sia stata ancora depositata alcuna denuncia formale. 2 minuti per la lettura. (Quotidiano del Sud)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr