McDonald's ha la sua cripto, Grimacecoin. Ma è solo uno scherzo con Elon Musk

HDblog ECONOMIA

Peraltro a inizio mese Tesla ha iniziato ad accettare pagamenti in Dogecoin per alcuni prodotti.

E gli investitori reagiscono bene agli stimoli del sudafricano: dopo il tweet recapitato a McDonald's la valuta ha guadagnato anche l'8%, e nella sola giornata di oggi è andata su di oltre il 5%

Il Dogecoin è nato per scherzo nel dicembre del 2013, quindi chissà che alla stessa maniera McDonald's o qualcun altro non possa pensare di tentare la scalata al timone dei Grimacecoin (grimace, in italiano, significa smorfia). (HDblog)

La notizia riportata su altri giornali

McDonald's scherza sulle criptovalute su Twitter. Il loro repertorio includeva il presidente di El Salvador Nayib Bukele, che ha investito migliaia di dollari dal tesoro del suo paese in acquisti di bitcoin. (Cryptonews Italy)

Il botta e risposta tra Elon Musk e il profilo ufficiale di McDonald's su Twitter ha fatto letteralmente schizzare verso l'alto le quotazioni di Grimacecoin. Il tempo dirà se è stata una mossa lungimirante o meno. (Punto Informatico)

E la stessa Dogecoin, sempre sui social ha rilanciato tutto (naturalmente). l tweet di Musk su McDonald’s (che ha totalizzato oltte 397mila mi piace ed è stato ritwittato oltre 57mila volte) ha spinto il Dogecoin, che è arrivato a guadagnare l’8%. (Corriere della Sera)

“Mangerei un ‘Happy meal’ in tv se McDonald’s accettasse i Dogecoin“. McDonald’s ha poi risposto al tweet di Markus con una foto di shiba inu. (Il Fatto Quotidiano)

Elon Musk utilizza in modo frequente i social network, e questa non è una novità. Una battuta di Elon Musk potrebbe rasentare la verità: non è escluso che McDonald decida di adottare i Dogecoin come modalità di pagamento in futuro. (Computer Magazine)

Non solo McDonald's è la più grande catena di fast food al mondo, ma rappresenta anche il marchio più conosciuto al mondo. I will eat a happy meal on tv if @McDonalds accepts Dogecoin — Elon Musk (@elonmusk) January 25, 2022. (Punto Informatico)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr