"Mancano oltre 60mila infermieri, a rischio l'assistenza"

Mancano oltre 60mila infermieri, a rischio l'assistenza
AGI - Agenzia Italia SALUTE

E ne mancano, anche in base alle dimensioni regionali, quasi 27mila a Nord, circa 13mila al Centro e 23.500 al Sud e nelle Isole.

Eppure quella dell'infermiere è la professione del futuro e lo è con maggiori responsabilità, specializzazioni e infungibilità della professione.

All'estero tutto ciò c'è già e gli infermieri, ad esempio in Spagna, Francia, Regno Unito, sono anche prescrittori di farmaci non specialistici e di presidi sanitari

E senza una soluzione alla carenza di organico chi rischia di più è l'assistenza, ma anche l'applicazione del Pnrr che punta tutto sull'assistenza territoriale. (AGI - Agenzia Italia)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Sanità: sedici candidati al concorso Usl per sostituire infermieri non vaccinati. AOSTA – Lo ha indetto l’Usl considerata l’urgenza di garantire operatori sanitari preparati e sufficienti per rispondere alle necessità della struttura ospedaliera. (VoxPublica)

Infermiera non vaccinata e affetta dal Covid si aggrava e dal reparto emergenziale dell’ospedale San Bassiano scatta il ricovero nella rianimazione dell’ospedale di Santorso. La donna, che non si è sottoposta all’obbligo vaccinale, è entrata nel reparto Covid dell’ospedale Bassanese lo scorso venerdì. (Il Giornale di Vicenza)

Per la “cordata” dei sanitari no vax sospesi si tratta della seconda sconfitta nell’arco di pochi giorni. È la prima pronuncia di questo tipo, in Italia, per un ricorso contro l’Ordine professionale e non nei confronti delle Aziende sanitarie. (Nurse24)

Palermo: “Nuovi casi di contagi tra infermieri già vaccinati”. La denuncia del sindacato degli infermieri Nursing Up

Le Aziende sanitarie sono in profonda difficoltà a causa delle sospensioni dei dipendenti non vaccinati. Infermieri, OSS e Professioni Sanitarie, in arrivo maxi concorsi e mobilità straordinarie a causa delle sospensioni dei colleghi non vaccinati. (AssoCareNews.it)

Da nostre indagini preliminari interne, risulterebbe che in questo momento, gli infermieri sarebbero ben 6 tra i soggetti infettati nel capoluogo siciliano, ma potrebbero essere anche di più. (AssoCareNews.it)

E’ questa la denuncia del sindacato nazionale degli infermieri Nursing Up. Così Antonio De Palma, Presidente Nazionale del Nursing Up: “Il caso di Palermo poi è emblematico: professionisti della sanità che avrebbero scoperto di essere infetti dalla sera alla mattina (RagusaOggi)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr