Coronavirus: Giani dice sì alle zone rosse in Toscana, "dove le varianti sono più gravi"

Coronavirus: Giani dice sì alle zone rosse in Toscana, dove le varianti sono più gravi
FirenzeToday SALUTE

Per poi chiosare: "Sulle varianti è un altro ragionamento.

Per quanto riguarda le scuole, "Non abbiamo assolutamente risentito di un aumento particolarmente più alto perchè erano aperte.

"Oggi sarò a Roma e concorderò la questione col ministero.

Penso a delle zone rosse localizzate dove si sta creando, secondo la lettura genomica, chiaramente una maggiore presenza delle varianti".

Sono partite un po' al confine con l'Umbria, tanto che ho dovuto mettere Chiusi in zona rossa per una settimana e devo dire che ha funzionato"

(FirenzeToday)

Ne parlano anche altri media

“Opere come questa esprimono al meglio il valore dell’investimento pubblico. E la Toscana conferma di essere uno dei principali erogatori di servizi a livello nazionale in questo settore”. (Toscana Notizie)

Il presidente, parlando della necessità di screening nelle città spiega: “su Siena e sulle altre grandi città, ‘Territori sicuri’ si adegua a quelle che sono le caratteristiche. “Ad oggi -continua il presidente- i dati stanno crescendo gradualmente, ma fino a questo momento noi siamo su numeri da zona arancione (Siena News)

"Sono morti da servitori della patria - prosegue il presidente - mentre stavano compiendo il loro dovere in quella tormentata regione dell'Africa. Auspico che sia fatta luce al più presto sulla dinamica dell'aggressione e sono vicino ai familiari delle due vittime cui voglio far arrivare il profondo e sincero cordoglio mio e della giunta regionale" (Toscana Notizie)

Giovanisì in tour, le storie di chi ha vinto le Borse di ricerca Pegaso

L'aumento preoccupa Giani dopo le 5 settimane consecutive in zona gialla. Al momento con i tamponi a tappeto nei comuni ritenuti a rischio come Chiusi (Siena), Sansepolcro (Arezzo) e domani Monteroni d'Arbia (Siena), "non ci sono grandissimi casi. (gonews)

Il presidente della regione Toscana Eugenio Giani chiede ad alta voce al governo di comprare i vaccini: "A livello organizzativo siamo pronti, a Firenze domenica abbiamo vaccinato 1000 persone, con più vaccini ne potevamo vaccinare 4000" (La7)

C’è chi, con algoritmi e sistemi di intelligenza artificiale, pensa a come far digerire un volume tecnico alto cinque centimetri, magari quello della caldaia di casa che fa le bizze, per estrarre velocemente le informazioni utili. (Toscana Notizie)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr