Stati Uniti, la terza dose del Pfizer solo per gli over 65

Tuttosport ECONOMIA

(Stati Uniti) - Il comitato di esperti della Food and Drug Administration (Fda), l'agenzia federale Usa preposta alla sicurezza dei farmaci, ha votato a favore di una terza dose di vaccino Pfizer per le persone over 65 anni.

In precedenza gli esperti avevano espresso parere contrario alla terza dose per tutte le persone dai 16 anni in su

(Tuttosport)

Su altre testate

Il comitato di esperti è un organo consultivo che fornisce solo un’indicazione all’agenzia per il farmaco americana, che di solito ne conferma la decisione. Il suggerimento degli scienziati alla Fda, che dovrà infine decidere sulle modalità del richiamo, è di riservarlo solo agli over 65, oltre che ai soggetti immunodepressi, categorie considerate ad alto rischio di contagio e di malattia. (Open)

Formalmente, il voto del panel non è vincolante per la FDA: l'agenzia, quindi, potrebbe non tener conto del parere degli esperti e proseguire lungo la strada che porterebbe alla somministrazione generalizzata della terza dose. (L'AntiDiplomatico)

Così come riportato in un’intervista alla madre di Giulia Lucenti per il sito de Il Resto del Carlino, Giulia era favorevole alla vaccinazione. Giulia Lucenti dopo essersi sottoposta alla seconda dose di vaccino Pfizer perde la vita. (Napoli.zon)

Il rischio di miocarditi. Intorno al tavolo sedevano membri dell’Fda Vaccines and Related Biological Products Advisory Committee, delegati del Centers for Disease Control and Prevention (CDC), funzionari del ministero della Salute israeliano, esperti di vaccini e rappresentanti della stessa Pfizer (Nicola Porro)

Un brutto colpo per l’amministrazione Biden, ma anche per i governi che hanno lanciato o stanno avviando campagne per la terza dose perché le raccomandazioni americane semineranno dubbi e perplessità. Alla vigilia della discussione si erano creati due fronti scientifici: uno a favore della terza dose, di cui faceva parte il consigliere medico della Casa Bianca Anthony Fauci, e uno contro. (L'Arena)

Ma nonostante le prestazioni scadenti del suo siero, Pfizer BioNTech si è assicurata contratti per 2,1 trilioni di dosi in tutto il mondo entro luglio 2021, con potenziali 3 trilioni di dosi entro la fine dell'anno. (Sputnik Italia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr