Borsa Milano chiude male zavorrata da Enel, corrono le due big bancarie

Finanzaonline.com ECONOMIA

Psa ha invece riportato un utile netto di 2,2 miliardi di euro, in calo dai 3,2 miliardi dell’anno precedente.

Sul fronte macro, il PIL italiano del quarto trimestre è stato rivisto a -1,9% t/t (dal -2% della prima lettura) e del 6,6% su base annua.

I ricavi sono scesi a 74,7 miliardi di euro, dai 60,7 miliardi di euro del 2019.

Il consensus FactSet indicava ricavi per 519 ml di euro nel trimestre, ebitda a 146 mln e utile netto a 58 mln

Il titolo con scadenza 30 aprile 2045 ha visto una domanda pari a oltre 80 miliardi di euro. (Finanzaonline.com)

La notizia riportata su altri giornali

Andamento opposto a Piazza Affari per i titoli del comparto: Tenaris ha guadagnato l'1,63% quando Saipem ha perso il 2,64% ed Eni lo 0,72%. Forti realizzi su Atlantia (-3,79%) nella prospettiva di nuove negoziazioni con il consorzio Cdp-fondi per la cessione di Aspi (Il Sole 24 ORE)

I big chiedono di non sopprimere il neonato Comitato direttivo, l'organo collegiale a 5 votato dalla base su Rousseau, mentre Grillo propenderebbe per un ritorno al modello del capo politico unico. A partire dal rapporto con l'Associazione Rousseau di Davide Casaleggio, che detiene le chiavi dell'infrastruttura digitale del M5S e l'elenco degli iscritti. (Yahoo Finanza)

A metà seduta la Borsa Italiana oggi quota di poco sopra la parità: sul Ftse Mib in particolare evidenza le vendite che stanno colpendo le azioni Atlantia e Saipem. Aggiornamento ore 9:25: Ftse Mib sale, focus su Stellantis. (Money.it)

Cosa ha frenato oggi la Borsa di Milano e perché questo titolo invece continua a correre. La Borsa italiana è stata frenata da vendite concentrate su alcune blue chip In questa analisi gli Esperti di ProiezionidiBorsa rivelano cosa ha frenato oggi la Borsa di Milano e perché questo titolo invece continua a correre. (Proiezioni di Borsa)

Così alle 9.40 il FTSEMib sale dello 0,06% a 23.280 punti mentre l'All Share avanza dello 0,08%. A Piazza Affari occhi su Unicredit e Stellantis. 2 mar 2021 ore 09:43. Avvio debole come prevedevano i future, per i principali indici delle borse del Vecchio Continente. (SoldiOnline.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr