È sempre 25 novembre: il CUS Cagliari scende in campo contro la violenza sulle donne

È sempre 25 novembre: il CUS Cagliari scende in campo contro la violenza sulle donne
Sardegna Reporter INTERNO

Ci siamo schierati accanto a chi lotta ogni giorno contro la violenza e le discriminazioni» afferma la vicepresidentessa del sodalizio universitario Manuela Caddeo

“È sempre 25 novembre”: il CUS Cagliari scende in campo.

L’iniziativa proseguirà anche prima delle gare di sabato 27 e domenica 28 novembre.

In occasione della Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza sulle donne, nel prepartita delle gare di sabato 20 e domenica 21 novembre, le prime squadre e gli atleti del Centro Universitario Sportivo cagliaritano hanno indossato una maglia speciale per ricordare chi, ogni giorno, lotta contro la violenza. (Sardegna Reporter)

Ne parlano anche altri media

Dagli anni ’80 ad oggi, la giustizia è andata avanti nella difesa delle donne vittime di violenza. Quanto meno nel sistema giuridico che, a rigor di logica, dovrebbe essere il primo a porsi in posizione di difesa di una presunta vittima di violenza di genere. (Today)

Buona parte del rapporto sulle donne uccise in italia per «motivi di genere» si concentra sulle criticità nell’operato della polizia giudiziaria. I dati sui femminicidi, in Italia, restituiscono la fotografia di un Paese in cui le donne non sono ancora sufficientemente tutelate dall’ordinamento. (Open)

Angela Dargenio 07/05/2021. Angela Dargenio, 48 anni, è stata uccisa il 7 maggio 2021 a Torino. Sonia Di Maggio 01/02/2021. Sonia Di Maggio, 29 anni, è stata uccisa la sera del 1 febbraio 2021 a Minervino di Lecce (Gazzetta del Sud)

«Violenza contro le donne, basta. C'è un test per predire i rischi», la videointervista del Mattino

Tante, troppe volte hanno un volto familiare. Quello che spinge a chiamarli ancora mariti, fidanzati o ex anche dopo le violenze. (ilmattino.it)

La senatrice Valente, relatrice della relazione, segnala a Open la presenza di criticità nella risposta giudiziaria ai femminicidi. A dirlo è Valeria Valente, senatrice del Partito democratico che presiede la Commissione di inchiesta sul femminicidio e la violenza di genere. (Open)

Sono per lo più donne che avevano denunciato, donne i cui ex avevano divieti di allontanamento, divieti che è sempre difficile fare rispettare. Donne uccise in quanto donne, donne percepite come una “proprietà”. (Corriere della Sera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr