Forte volatilità sui prezzi petroliferi dopo che l’OPEC+ ha deciso per un lieve aumento della produzione a settembre

Forte volatilità sui prezzi petroliferi dopo che l’OPEC+ ha deciso per un lieve aumento della produzione a settembre
IG Italia ECONOMIA

Dopo l’infiammata iniziale i prezzi sono scesi notevolmente attestandoci poco al di sopra rispetto ai valori della mattinata. L’incremento, troppo esiguo per poter avere effetti tangibili sui prezzi, suona come una decisione politica attuata per non scontentare nessuno.

I prezzi del greggio si muovono tanto dopo la notizia che l’OPEC+ (l’Organizzazione dei Paesi Esportatori di Petrolio e alleati) ha deciso nella riunione odierna un lieve aumento della produzione di 100.000 barili di greggio al giorno. (IG Italia)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Tuttavia, la produzione dell’OPEC+ rimane notevolmente al di sotto delle quote previste, intorno a 1,3 milioni di barili di petrolio prodotti al giorno. (FX Empire Italy)

Tuttavia, è difficile che il mercato veda questa quantità di petrolio, perché molti produttori non possono aumentare la produzione. La Cina potrebbe esercitare una maggiore influenza nella regione durante un conflitto militare o diplomatico (Investing.com Italia)

In una dichiarazione, l'Opec ha spiegato i motivi per cui è necessario essere cauti nell'aggiungere petrolio al mercato. Altomonte (Bocconi): la questione del petrolio, sempre più fattore di geopolitica. (Vatican News - Italiano)

Petrolio: prezzi poco mossi, Brent a 96,6 dollari al barile

È di appena 100.000 barili al giorno in più a settembre il 'topolino' prodotto dal meeting virtuale dei ministri del petrolio del cartello. Sul fronte energetico, tuttavia, le nubi non si diradano: la Casa Bianca fa buon viso a cattivo gioco. (Yahoo Notizie)

C'è ancora molta incertezza sulla domanda di petrolio nella seconda metà di quest'anno, a causa degli interrogativi sulla domanda cinese e sulla possibilità di una recessione negli Stati Uniti o addirittura a livello globale In termini di gestione complessiva della domanda e dell'offerta, la decisione dell'OPEC è logica. (Milano Finanza)

Il prezzo del petrolio è poco mosso questa mattina dopo la decisione del vertice Opec+ e soprattutto dopo i dati sull'aumento delle scorte americane registrato ieri. Il Wti con consegna a settembre è praticamente invariato rispetto a ieri sera a 90,69 dollari al barile (+0,03%), mentre il contratto sul Brent di ottobre segna -0,12% a 96,66 dollari. (La Sicilia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr