Green pass, portuali triestini agitano lo spettro dello stop in altri scali

Green pass, portuali triestini agitano lo spettro dello stop in altri scali
Il Fatto Quotidiano INTERNO

I portuali palermitani che non posseggono il Green pass, tra l’altro, sarebbero circa il 7%, ovvero una trentina su un totale di 450 lavoratori in organico

“L’unica apertura che possono avere nei nostri confronti è togliere il Green pass.

Il blocco di venerdì è confermato, oggi ci saranno sorprese perché non si fermerà solo il porto di Trieste.

I rischi sono principalmente legati a Genova, dove in mattinata alcuni terminalisti hanno annunciato di voler pagare i tamponi ai dipendenti che non hanno il Green pass. (Il Fatto Quotidiano)

Su altri giornali

No del Coordinamento portuali. I tamponi gratuiti ai lavoratori a carico dei terminalisti, soluzione alla quale si è arrivati grazie alla mediazione di Autorità portuale e Prefettura, spacca il fronte della protesta dei portuali di Trieste (LaPresse)

Green pass: D'Agostino (Porto di Trieste), se ci sara' blocco andro' via. "Cio' che abbiamo costruito verrebbe distrutto da proteste" (Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Roma, 13 ott - "Non e' possibile che venga annunciato un blocco ad oltranza del porto; e noi non possiamo permetterci questa cosa. (Il Sole 24 ORE)

Porto di Trieste, Fedriga: "No alle radicalizzazioni: rischiamo un danno enorme". Fedriga ha nuovamente proposto dal 15 ottobre "tamponi nasali meno fastidiosi e fai-da-te da effettuare con la supervisione responsabile d'ufficio". (Il Piccolo)

La voce Delle Voci - DA TRIESTE PARTE LA LOTTA / CONTRO IL GREEN PASS CRIMINALE E AMMAZZALAVORO

Per ora, però, i porti sembrano procedere in ordine sparso. Come infatti anticipato ieri da myfruit.it, i porti sono una bomba pronta a far esplodere tutto il sistema di distribuzione delle merci. (Myfruit.it)

In prima linea contro la stretta del governo Draghi ci sono i portuali di Trieste: nei giorni scorsi hanno cominciato una serie di proteste annunciando il blocco dei lavori del porto. I portuali hanno rifiutato qualsiasi trattativa, anche la proposta di accedere ai tamponi gratuiti per non essere obbligati a fare il vaccino. (Open)

Una autentica lezione di sindacalismo, quello vero, quello che difende in modo autentico i lavoratori, organizza lotte, pianifica una azione di resistenza e di contrattacco di fronte ai diktat governativi, tanto che giustamente Puzzer etichetta come ‘criminale’ l’attuale green pass ammazzalavoro (La Voce Delle Voci)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr