Un moderato, costruttore di un'Europa più giusta

L'Eco di Bergamo INTERNO

Europeista e democratico convinto, Sassoli era quel che si dice un moderato: mai una parola fuori posto o una concessione alla polemica.

Forse Henry Kissinger, leggendario segretario di Stato americano, questa volta avrebbe saputo chi «chiamare per parlare con l’Europa».

Dall’altro capo della linea ci sarebbe stato David Sassoli, uno che all’Europa ci credeva, nei fatti e senza quei proclami pieni di parole ma spesso vuoti di contenuti. (L'Eco di Bergamo)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Cosi' Enrico Letta, segretario del PD, fuori dal Campidoglio, dove e' stata allestita la camera ardente per David Sassoli Oggi lui ci fa il regalo di riconsegnare questa buona politica a tutti noi. (Tiscali.it)

"Firenze è la città in cui David Sassoli è nato e era molto legato. Funerali di Stato oggi alle 12 alla Basilica di S.Maria degli Angeli e dei Martiri, presente Mattarella. (LA NAZIONE)

Il picchetto d’onore, alla presenza del Gonfalone istituzionale della Città Metropolitana, ha presenziato nelle prime ore di questo pomeriggio a testimonianza della vicinanza e del cordoglio istituzionale e politico (Cronache Cittadine)

Il sindaco Tedesco alla camera ardente di David Sassoli

Un volto amico degli italiani". mpe/sat/red (Italpress)

(ITALPRESS) – Personalità di primo piano del panorama politico e tantissimi cittadini comuni hanno reso l’ultimo omaggio a David Sassoli alla camera ardente allestita in Campidoglio.La salma del presidente del Parlamento Europeo, scomparso l’11 gennaio all’età di 65 anni, è giunta in Campidoglio intorno alle 9. (Nuovo Sud)

“Sono stato alla camera ardente per portare il cordoglio di tutta la nostra città – ha dichiarato Tedesco – è stato un momento emozionante che, nonostante la tristezza, ha dimostrato come la politica può e deve unire le persone. (Tuscia Web)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr