Festival di Sanremo: a quando un commento in lingua inglese per chi lo segue dall'estero?

Festival di Sanremo: a quando un commento in lingua inglese per chi lo segue dall'estero?
Eurofestival News CULTURA E SPETTACOLO

Non va infatti dimenticato che nel tempo Sanremo è stato spesso trasmesso da altri Paesi, tra i quali Albania, Bosnia ed Erzegovina, Romania, Russia e Svizzera, grazie al circuito Eurovisione.

Una novità che si è affiancata alla telecronaca in lingua russa e all’altra in lingua svedese già sperimentata in precedenza.

Un po’ di numeri: il commento in inglese ha raggiunto più di 20.000 utenti, in svedese più di 7.000 e in russo più di 3.000. (Eurofestival News)

La notizia riportata su altri giornali

Da una chiacchiera in etichetta siamo giunti alla conclusione che il primo titolo non rispecchiava la canzone che parla proprio di Luca. A maggio 2020 siamo usciti con il primo singolo Non passano gli aerei, scritto da Luca, brano che parla appunto della situazione attuale (Sky Tg24 )

La 71esima edizione del Festival di Sanremo ha conosciuto non pochi grattacapi, principalmente legati alla stesura di un protocollo di sicurezza che combinasse la presenza del pubblico all’Ariston con l’istanza di natura sanitaria per evitare la diffusione del Covid-19. (Trendit)

BarberinodiMugello Ecco le foto del 40enne scomparso da Montecarelli. Appello ai lettori: Chi lo ha visto? (OK!Mugello. Notizie cronaca attualità)

Sanremo, scenografia ultimata: teatro 'pieno' di palco e orchestra

Massimo Calandri è andato a vedere in che modo la città sta vivendo la vigilia di un evento che quest'anno ha cambiato completamente faccia. Liguria in fascia arancione, ristoranti chiusi, poche prenotazioni per gli hotel, bandito ogni tipo di assembramento (La Repubblica)

E lo sarà anche per la scenografia, per la quale abbiamo immaginato un’astronave e una sorta di stargate, verso un futuro migliore al quale aspirare". Parola di Gaetano e Maria Chiara Castelli, che firmano la scenografia del 71° Festival di Sanremo, disegnando uno spazio come mai si era visto all’interno dell’Ariston, una sorta di "involucro" che avvolge e riempie i vuoti del teatro: "Abbiamo cercato - proseguono - di sfruttare il più possibile gli spazi, anche per la necessità, ad esempio, di distanziare l’orchestra. (Gazzetta del Sud)

Roma/Sanremo, 21 feb. E allo stesso tempo di sopperire al senso di vuoto, utilizzando anche le pareti laterali fino alla galleria, creando un ‘involucro’ che con la sua forma di astronave aumentasse la profondità. (Adnkronos)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr