Dai confini alla polizia comune il Trattato del Quirinale rilancia l’asse tra Roma e Parigi

Dai confini alla polizia comune il Trattato del Quirinale rilancia l’asse tra Roma e Parigi
La Stampa INTERNO

Firmando il Trattato del Quirinale, questa mattina a Villa Madama, il presidente del Consiglio italiano Mario Draghi e il presidente della Repubblica francese Emmanuel Macron si getteranno alle spalle gli ultimi anni di tensioni, sgarbi, e crisi più o meno diplomatiche

Il legame appare talmente forte che in Germania, dove la curiosità si mescola all’ansia di sapere cosa accadrà quando Angela Merkel lascerà la cancelleria, l’hanno ribattezzato «Dracon». (La Stampa)

Su altre testate

"La rafforzata cooperazione tra Italia e Francia deve avere anche l’obiettivo di portare all’interno dell’unione europea la necessaria ambizione", spiega Mattarella È un trattato che unisce due Paesi fondatori dell’unione europea che condividono l’impegno per la costruzione del grande progetto europeo". (AGI - Agenzia Giornalistica Italia)

Lo ha detto il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, incontrando il presidente francese Emmanuel Macron al Quirinale. È un Trattato che unisce due Paesi fondatori dell'Unione europea che condividono l'impegno per la costruzione del grande progetto europeo. (Il Mattino)

Sui giovani, riconoscimento facilitato dei titoli di studio e un programma di scambi, una specie di Erasmus bilaterale tra Italia e Francia. Lo ha detto il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, incontrando il presidente francese Emmanuel Macron al Quirinale. (La Stampa)

Trattato Italia-Francia, Draghi e Macron siglano il patto davanti a Mattarella: intensa stretta di mano e…

Il capo dell’Eliseo è stato ricevuto prima al Quirinale dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella e poi a Palazzo Chigi dal premier Mario Draghi con cui si è intrattenuto per oltre due ore. Il presidente francese a Roma incontro prima il Capo dello Stato e poi il premier italiano. (LaPresse)

Ma la cooperazione rafforzata tra Francia e Italia è anche nell’interesse dell’Europa. Anche per questo la ritrovata intesa con la Francia non va vista come un club esclusivo, ideato per estromettere altri partner, in primis Berlino, alleato chiave per Parigi come per Roma (ISPI)

Il premier Mario Draghi e il presidente francese Emmanuel Macron hanno firmato il “Trattato tra la Repubblica Italiana e la Repubblica Francese per una cooperazione bilaterale rafforzata” alla presenza del Capo dello Stato Sergio Mattarella. (Il Fatto Quotidiano)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr