NBA, Kyrie Irving non è anti-vaccino, ma “vuole difendere chi non viene ascoltato”

NBA, Kyrie Irving non è anti-vaccino, ma “vuole difendere chi non viene ascoltato”
NbaReligion SPORT

Leggi Anche. Preseason NBA, zero le vittorie dei Lakers: le parole di LeBron James. Grizzlies: Dillon Brooks salterà l’inizio della stagione NBA. NBA, Al Horford positivo al COVID-19

È questa la decisione della franchigia che ha voluto lanciare un messaggio forte al suo playmaker.

Kyrie Irving è stato ufficialmente escluso dai Brooklyn Nets finché non procederà con la vaccinazione contro il Covid-19. (NbaReligion)

Ne parlano anche altri media

Non è bastato a Kyrie Irving essere una delle stelle dei Brooklyn Nets per poter scegliere liberamente se vaccinarsi o meno contro il COVID-19. Dopo che una legge dello stato di New York avrebbe impedito al giocatore di disputare le partite casalinghe, in quanto non immunizzato, la franchigia ha optato per la linea dura. (RSI.ch Informazione)

Non accettare la vaccinazione porta a questo e ai Nets non servono atleti “a mezzo servizio”. Le motivazioni alla base della protesta di Irving non sembrano essere però strettamente no-vax, ma il suo obiettivo è quello di dare voce a chi sta perdendo il lavoro a causa delle restrizioni. (Sky Sport)

Cosa succede al contratto di Irving: pagato per non giocare vedi anche Le ragioni di Irving: sfida che va oltre il basket Uno dei primi nodi da affrontare in questa situazione anomala per tutti era quello della retribuzione: Irving viene sospeso per una decisione unilaterale da parte dei Nets, quindi deve continuare a ricevere il suo stipendio? Qualora Kyrie saltasse dunque tutti le sfide, si supererebbe quota 17 milioni di dollari di sanzione su un contratto complessivo di oltre 35 milioni. (Sky Sport)

Nba, Irving non vuole vaccinarsi: 'È una cosa privata'. E i Nets lo sbattono fuori squadra, senza ingaggio

Il 29enne play-guardia di origini australiane potrebbe essere reintegrato qualora cambi idea, ma a questo punto la rottura pare insanabile. Irving non potrà più giocare né allenarsi con la squadra fino a che non sarà completamente vaccinato contro il Covid come i proprio compagni. (L'Unione Sarda.it)

Kyrie Irving non ha mai rilasciato dichiarazioni ufficiali sulla sua scelta di non vaccinarsi contro il Covid-19. In questo momento, dunque, Irving non ha assolutamente intenzione di sottoporsi al piano vaccinale. (Sportando)

E i Nets lo sbattono fuori squadra, senza ingaggio. Niente vaccino, niente partite e niente allenamenti: Kyrie Irving, star Nba dei Brooklyn Nets, non vuole vaccinarsi e fino a qualche giorno fa (come si vede dal'ultimo colloquio con i giornalisti) non voleva nemmeno parlarne. (Repubblica TV)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr