Tra variante Delta e coprifuoco. Gli italiani cancellano i viaggi all'estero

Yahoo Finanza SALUTE

I contagi sono in aumento, nei Paesi Bassi, in Portogallo, a Cipro e a Malta, ma soprattutto in Spagna.

Registrazione obbligatoria nei tre giorni prima della partenza anche per l’Islanda

La variante Delta corre anche nella Francia meridionale, contraddistinta ora dal colore giallo insieme a Irlanda, Belgio e parte dei paesi scandinavi.

Insomma: ormai in quasi tutti i Paesi europei la curva discendente dei contagi si è invertita, spaventando gli italiani in partenza. (Yahoo Finanza)

Ne parlano anche altre testate

Intanto si raggiungono le 6,4 milioni di somministrazioni di vaccino. Cronaca. Lazio, il Covid circola tra i giovani: colpito solo il 5% degli over 50. di LatinaQuotidiano.it. 21 luglio 2021. Il Covid circola soprattutto tra i giovani. (LatinaQuotidiano.it)

I numeri sono cresciuti negli ultimi giorni per vari fattori l quadro della situazione Covid in Liguria, con numeri in salita e una pressione sugli ospedali però non preoccupante, si arricchisce dei risultati dei tamponi monitorati dall'università di Genova e dal dipartimento di Igiene guidato dal professor Giancarlo Icardi. (Primocanale)

CORONAVIRUS, I SINTOMI DELLA VARIANTE DELTA. Coronavirus, focolaio a Treviso: 30 positivi, sono tutti casi di variante Delta. (Centro Meteo italiano)

ECCO I NUOVI CRITERI PER ENTRARE IN ZONA GIALLA. CONTINUA A LEGGERE Per riaprire la società con una maggiore velocità ed equità, bisogna migliorare il controllo dei contagi. (Centro Meteo italiano)

Saranno questi i passaggi che potrebbero definire i dettagli finali per quanto concerne non solo la zona gialla. Allo stato attuale, per quanto riguarda il passaggio da zona bianca a zona gialla, è necessario che l’incidenza superi i 50 casi ogni 100mila abitanti (Amalfi Notizie)

Lazio: “Tra gli over50 l’incidenza casi è 10 volte inferiore”. 21 LUG - “L’incidenza nel Lazio dei casi positivi ogni 100mila abitanti nella fascia di popolazione over 50 rappresenta meno del 5% ed è più bassa di almeno 10 volte l’incidenza complessiva. (Quotidiano Sanità)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr