«Eitan in ospedale: sarà curato meglio in Israele che in Italia», la famiglia materna dopo il sequestro del bimbo

«Eitan in ospedale: sarà curato meglio in Israele che in Italia», la famiglia materna dopo il sequestro del bimbo
ilmattino.it INTERNO

Lo ha detto la famiglia materna del bambino in Israele citata dalla tv Canale 12.

Eitan, la zia: «Nonno già condannato per maltrattamenti». APPROFONDIMENTI VERBANIA «Eitan ostaggio, torni in Israele».

Lo ha detto in una intervista alla Radio israeliana 103 Gali Peleg zia materna del piccolo sopravvissuto alla tragedia del Mottarone.

Lo afferma all'ANSA l'avvocato Armando Simbari, che con Cristina Pagni e Massimo Sana assiste Aya Biran Nirko, zia e tutrice del piccolo Eitan

«Eitan in ospedale in Israele»: il piccolo, 6 anni, unico sopravvissuto della tragedia della funivia del Mottarone, è attualmente curato dai medici in un ospedale alla periferia di Tel Aviv (ilmattino.it)

Se ne è parlato anche su altri media

Lui - ha aggiunto la zia materna hai genitori sepolti in Israele, è con una famiglia che conosce; abbiamo agito per il suo bene» Andrea Cappelli 13 settembre 2021 a. a. a. Dopo la tragedia che ha sconvolto la sua vita, il piccolo Eitan si trova ora al centro di una vicenda contorta, che chiama in causa dinamiche familiari dai contorni indefiniti. (Liberoquotidiano.it)

Così il nonno materno di Eitan, Shmuel Peleg, ha portato il piccolo in Israele. Il nonno Shmuel Peleg è stato iscritto nel registro degli indagati, ma non è chiaro se rischi un mandato di cattura e se fosse in compagnia di qualcuno che aspettava in auto. (IL GIORNO)

E' la pesante accusa lanciata da Or Nirko, zio del piccolo Eitan, unico sopravvissuto alla tragedia del Mottarone, secondo il quale il bimbo non si trova nell'ospedale di Sheba, in Israele. "Le autorità di Israele devono sapere che Eitan è stato rapito - ha incalzato - E' prigioniero. (Adnkronos)

Eitan portato in Israele dal nonno: tutti i punti oscuri

Per 4 mesi non ha visto alcun medico a parte sua zia in Italia, che è un dottore che si occupa dei detenuti. Il tutore legale di Eitan, Aya Biran-Nirko, la sorella residente in Italia del defunto padre del bambino, ha presentato denuncia alla polizia italiana affermando che il bambino è stato rapito dal nonno materno, Shmuel Peleg. (Il Giorno)

Il piccolo Eitan, sopravvissuto alla tragedia della funivia Mottarone, è attualmente curato da medici in un ospedale alla periferia di Tel Aviv. La stessa zia Gali Peleg questa mattina aveva spiegato alla radio 103 che il piccolo «adesso riceve l'assistenza» medica e psicologica «migliore possibile» (leggo.it)

Sono solo alcuni dei dubbi che solleva l'incredibile vicenda che di nuovo vede tragicamente protagonista Eitan Biran, che nella caduta della funivia ha perso tutta la sua famiglia e i bisnonni. E’ stata la televisione israeliana Kan a sostenere che il nonno materno del piccolo Eitan, Shmuel Peleg sembrerebbe far parte o che abbia fatto parte dei servizi segreti (IL GIORNO)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr