No Green pass, a Napoli sfila il corteo contro l’obbligo del certificato verde

No Green pass, a Napoli sfila il corteo contro l’obbligo del certificato verde
Corriere del Mezzogiorno INTERNO

A marciare sono circa 200 manifestanti.

È partito poco prima delle 21 di questa sera il corteo dei «no Green pass» napoletani che da piazza Vittoria attraversa il centro per dirigersi verso la sede della Regione Campania per protestare contro il provvedimento che da domani, 15 ottobre, rende obbligatorio il certificato verde anche per accedere ai luoghi di lavoro.

La manifestazione, che per ora si svolge senza tensioni, è seguita da un consistente numero di agenti delle forze dell'ordine. (Corriere del Mezzogiorno)

La notizia riportata su altre testate

Green pass: porto Ravenna, operazioni regolari Lo ha confermato all’AGI la Nuova Compagnia Lavoratori Portuali di Venezia: “Tutto è tranquillo e si lavora come un giorno normale”. (L'HuffPost)

Quello che era stato preannunciato come un giorno di grandi proteste di piazza e disagi nei trasporti al momento non è così, almeno a Torino e in provincia. A seguito di alcune assenze di personale non dotato di green pass potranno verificarsi modifiche negli orari delle linee ed alcune limitate soppressioni di linea sul servizio extraurbano (TorinoToday)

Nel giorno di entrata in vigore dell'obbligo di green pass nei luoghi di lavoro, sono attese più di mille persone contrarie alla certificazione verde Spostata la manifestazione no green pass di venerdì 15 ottobre. (Fanpage.it)

No green pass, veglia funebre per la ‘morte della costituzione’: in circa 200 in corteo sotto la Regione

Oggi per il timore di iniziative estemporanee o scioperi selvaggi fuori dalle aziende, domani con la certezza che per la 13esima volta i No green pass scenderanno in piazza. Lungo il tracciato richiesto dai due promotori che nei giorni scorsi si sono presentati in via Fatebenefratelli ci sono diversi obiettivi sensibili: dalla questura al comando dei carabinieri, fino al Corriere e alla Rai (Corriere Milano)

Una fiaccolata con tanto di altare su cui era poggiata la Costituzione. "E' morta la democrazia", questo lo slogan del corteo che ha percorso il lungomare (Liberoquotidiano.it)

Secondo quanto riportato dall’Ansa ci sono stati slogan e qualche insulto, in via Partenope, ai clienti dei ristoranti del lungomare: “mangiate, ma c’ e’ una dittatura, ve ne accorgerete”. Davanti alla sede della Regione i “No green pass” hanno cercato di coinvolgere poliziotti e giornalisti (Il Riformista)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr