Usa: «Inquietanti» le cariche della polizia al funerale di Abu Akleh | il manifesto

Il Manifesto ESTERI

Gerusalemme .

Di fronte all’indignazione le autorità israeliane hanno annunciato che avvieranno indagini sull’accaduto.

L'Anp di Abu Mazen pronta a collaborare con organismi internazionali sull'uccisione della giornalista

(Il Manifesto)

La notizia riportata su altri giornali

(askanews) – Una giornata particolare a Gerusalemme, con una vera e propria marea umana a rendere l’ultimo omaggio alla giornalista Shireen Abu Akleh, corrispondente di Al Jazeera uccisa mercoledì mattina da una pallottola mentre seguiva un raid israeliano in Cisgiordania a Jenin. (Agenzia askanews)

La via tra questi due prosegue fino all’angolo di strada dove sono stati filmati di nascosto i mezzi israeliani. Nei video che mostrano il corpo della giornalista portata via dai palestinesi, non compaiono i soldati israeliani in azione. (Open)

Sui fatti registrati ieri al funerale ha detto: “Mi sono chiesta se si rendessero conto che fossero in diretta mondiale. Ai palestinesi sono state tolte le immagini di Shireen e le bandiere palestinesi (Il Fatto Quotidiano)

Lo ha detto l'incaricato di affari della Delegazione apostolica in Terra Santa, padre Thomas Grysa, durante una conferenza stampa a Gerusalemme. - TEL AVIV, 16 MAG - La polizia israeliana "ha violato in maniera molto brutale" il diritto "alla libertà religiosa" della Chiesa durante i funerali della reporter Shireen Abu Akleh. (Tiscali Notizie)

“Se non smettete di cantare questi slogan nazionalisti vi disperderemo usando la forza e proibiremo i funerali” ha dichiarato un poliziotto in un megafono, riferisce l’agenzia France Presse. La bara ha rischiato di cadere a terra. (Agenzia askanews)

(askanews) – Le forze di sicurezza israeliane hanno aggredito le persone che trasportavano il feretro della giornalista di Al Jazeera, Shireen Abu Akleh, fuori dal St Louis French Hospital, nel quartiere Sheikh Jarrah di Gerusalemme Est. (Agenzia askanews)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr