Austria, la cavalcata di Vilimsky, “il Bruce Willis delle Alpi”. L'ultradestra primo partito con il 27%

Articolo Precedente

next
Articolo Successivo

next
La Stampa ESTERI

BERLINO. Harald Vilimsky è il volto nuovo della formazione nazionalista di ultra-destra Fpoe, il partito che negli exit-polls si conferma il primo partito in Austria, come da settimane prevedevano i sondaggi. Ma in realtà tanto nuovo il suo volto non è. Euroscettico convinto, Vilimsky è fedelmente seduto dal 2014 sugli scranni del Parlamento europeo. Il "Bruce Willis delle Alpi”, come suggeriva l… (La Stampa)

Su altre testate

«Non è una sorpresa, ma se si vede il risultato sulla carta o sul display ti viene lo stesso il vomito», scrive Armin Thurnherr, direttore del settimanale viennese Falter. I dati sono quasi definitivi, manca ancora parte del voto per posta che è solo stimato. (il manifesto)

I primi sondaggi Ifop-Fiducial – delle 20 – sulle elezioni europee in Francia, indicano il partito di Marine Le Pen affidato per queste europee a Jordan Bardella, primo con il 32,4% (31,5% il dato Ipsos). (TERRANOSTRA | NEWS)

Secondo gli exit poll, i nazionalisti dell'Fpo sarebbero il primo partito col 27% dei voti. Perde voti il partito del cancelliere Nehammer (il Giornale)

co (Övp) – conservatori: 23,5% Partito Socialdemocratico d’ Austria (Spö) – sinistra: 23% Per ora in Europa soffia un vento di destra. Lo dicono i dati della Germania, decisamente clamorosi, con la Cdu primo partito ma soprattutto con l’ultradestra dell’Afd che supera i socialisti di Olaf Schoz. (Nicola Porro)

E dunque queste elezioni europee, nella Repubblica federale, dove la Cdu si è affermata come primo partito, e l'ultradestra ha sorpassato i socialdemocratici, sono uno "schiaffo al cancelliere". Olaf Scholz ci aveva messo la faccia: c'è il suo volto sui manifesti elettorali in Germania. (L'HuffPost)

Austria, quali sono i risultati delle elezioni europee? Secondo gli exit poll il partito di estrema destra Fpo avrebbe vinto le elezioni europee con il 27% dei voti. Il Partito della Libertà austriaco, secondo gli exit poll, otterrebbe quindi il 27% (17,2% nel 2019) davanti all'Ovp, il Partito Popolare austriaco di orientamento democristiano e conservatore, che si attesterebbe al 23,5% (34,6% nel 2019). (ilmessaggero.it)