Crollano le Borse e la fiducia dei consumatori ma Biden e soci si ostinano a non voler guardare la realtà

Tiscali ECONOMIA

I mercati finanziari sono arrivati al giro di boa del 2022 e il bilancio per il settore azionario è decisamente negativo.

Per provare a capire lo stato d’animo degli occidentali è utile andare a guardare gli indici che misurano la fiducia dei consumatori.

E’ abbastanza semplice constatare che gli Stati Uniti (ma più in generale tutto l’Occidente) si trovano ormai sul lato destro della curva.

Sia negli Stati Uniti che in Europa sono ai minimi. (Tiscali)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Il germanico è tornato ai minimi toccati a inizio marzo, così come il parigino CAC, mentre l’ ha fatto ancora peggio ritoccandoli al ribasso. Potrebbe essere il classico ‘chiodo scaccia chiodo’, se l’economia va in contrazione si consuma e si investe di meno e i prezzi devono scendere, sia sul lato dell’offerta che della domanda (Investing.com Italia)

enti di recessione, previsioni apocalittiche (per tutte, “l’uragano” preconizzato dal capo di Jp Morgan), banche centrali determinate a domare l’inflazione a colpi di rialzi dei tassi, fin che serve. (la Repubblica)

Infatti le banche centrali hanno iniziato un processo di aumento dei tassi e di inasprimento delle politiche economiche. I grandi Guru della borsa internazionale cominciano a fare pesanti speculazioni al ribasso e questo chiaramente aumenta il nervosismo dei mercati. (iLoveTrading)

Il tutto mentre scoppiava la più grande bolla del mercato obbligazionario degli ultimi decenni, la stessa che aveva portato fino a qualche mese fa i bond a tassi negativi - neppure contemplati dai manuali scolastici - a valere fino a 18mila miliardi di dollari. (Il Sole 24 ORE)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr