Bassetti: "Pronti a fare due vaccini anti-covid all'anno"

Bassetti: Pronti a fare due vaccini anti-covid all'anno
Primocanale SALUTE

Credo che andremo verso una vaccinazione due volte all'anno nei prossimi due anni".

"Si dice che debbano passare almeno quattro mesi e su questo ognuno dice la sua", commenta il professore.

"L'Ema ha detto che fare troppi booster in qualche modo fa male?

"Io sono dell'opinione che la terza dose si possa fare già dopo quattro o sei settimane dalla malattia"

E se Bassetti è d'accordo sul fare un booster ogni sei mesi, un altro dei dubbi su cui si dibatte è quando sia corretto fare la terza o la dose seguente di vaccino anti-covid 19 se si è stati malati. (Primocanale)

Su altri media

Secondo l'infettivologo, in futuro "dobbiamo andare verso una convivenza" con Sars-CoV-2, "anche pensando che questa" infezione, "per i vaccinati e per i protetti" da un contagio pregresso, "sarà una forma molto simile all'influenza. (Adnkronos)

La patologia Covid "nei soggetti vaccinati deve essere trattata come un'influenza. Lo stiamo vedendo nei reparti, chi ha fatto il ciclo completo di vaccinazione ha una forma influenzale più o meno lunga o più o meno breve". (Adnkronos)

"Il secondo punto - aggiunge Bassetti - è che continueremo ad avere questo bollettino giornaliero che non serve a nessuno. Non perché io non volessi il bollettino giornaliero - precisa - ma perché si voleva fare un bollettino più ordinato. (Adnkronos)

La loro "normalità", nostri i morti

Di fronte alle telecamere di La7 e alla conduttrice Tiziana Panella l’infettivologo ammette che nel bollettino rientrano anche coloro che si fanno più tamponi. Contagi contati tre volte. “Se una persona fa tre tamponi al giorno, contano per tre contagi”. (Imola Oggi)

Mario Adinolfi con la moglie Silvia Pardolesi. Lei è famoso per essere un appassionato delle colazioni al bar ed essere un grande amante dei cornetti: come fa senza ? Adinolfi fa discutere, sempre. (leggo.it)

Ma ci proveranno ancora…. . Tutto in nome della “esigenza di normalità” mentre siamo in piena quarta ondata, con 8 milioni di contagiati e 140.000 decessi. Già, tanto il tracciamento era fallito da un pezzo, come certificano i dati imperiosi sulla diffusione del covid. (Contropiano)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr