Nasce “Più impresa” di ISMEA per giovani agricoltori

Nasce “Più impresa” di ISMEA per giovani agricoltori
Prima Como ECONOMIA

“Grazie alle novità presenti nel decreto Semplificazioni, per i giovani agricoltori di tutta Italia sarà possibile affiancare al mutuo a tasso zero il contributo a fondo perduto per finanziare l’ampliamento di un’azienda esistente.

Invito i giovani valtellinesi a cogliere questa occasione per innovare o avviare la propria impresa agricola” conclude l’Onorevole.

“La misura ‘Più Impresa’ si affianca agli altri strumenti che già fanno perte della riforma sul credito in agricoltura. (Prima Como)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Ricordiamo che c’è tempo fino al 28 maggio 2021 per presentare la domanda all’Agenzia delle entrate per il contributo a fondo perduto 2021. Fondo perduto, Agenzia entrate: erogati al 24 aprile oltre 4 miliardi di euro. (The Italian Times)

La durata massima è stabilita in 15 anni con un periodo di preammortamento di massimo 30 mesi. “La nuova misura a favore dei giovani estesa su scala nazionale – afferma il Ministro Patuanelli – rientra in quella serie di iniziative dedicate al sostegno dell’innovazione. (Agricultura.it)

La visita del Ministro Patuanelli all’Ismea che si è svolta ieri, è stata l’occasione per conoscere da vicino la struttura e le attività dell’Istituto ma anche per lanciare il nuovo strumento agevolativo per i giovani agricoltori. (Ruminantia)

Sostegni bis: ristori doppi e prestiti garantiti nel Decreto Imprese

Scopri di più. Il Dipartimento Lavoro, Sociale, servizio Istruzione della Regione Abruzzo ha pubblicato il bando per accedere ai contributi a fondo perduto destinato alle strutture operanti nei servizi educativi per l’infanzia e scuole dell’infanzia paritarie. (Histonium.net)

Invito i giovani futuri imprenditori sardi – conclude Cadeddu (M5S) – a cogliere questa occasione per innovare o avviare la propria impresa agricola” Le agevolazioni consistono in un contributo a fondo perduto fino al 35% delle spese ammissibili e in un mutuo a tasso zero per la restante parte, nei limiti del 60% dell’investimento. (Cagliaripad)

Il Sostegni bis, ribattezzato Decreto Imprese, dovrebbe riservare 22 miliardi per erogare ristori diretti alle Partite IVA: si tratterebbe dunque di una doppia mensilità rispetto a quella prevista dal DL Sostegni, e che in questo caso dovrebbe comunque basarsi sul medesimo meccanismo di calcolo del requisito basato sul fatturato. (PMI.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr