Vito Crimi: “voto iscritti M5s non serviva a nulla”/ Gaffe in chat (e caos per Conte)

Vito Crimi: “voto iscritti M5s non serviva a nulla”/ Gaffe in chat (e caos per Conte)
Il Sussidiario.net INTERNO

MANOVRE SUL COLLE/ "Berlusconi impallinato dai suoi, Letta non ha carte da giocare". M5S, CHI È LA “TALPA” DELLA CHAT DI CRIMI?

l fatto che lo dica Crimi, che in quei giorni era il capogruppo M5S al Senato, suona come l’interpretazione autentica dei fatti»

Che i voti passati su Rousseau e attuali su SkyVote siano stati spesso accusati di essere “poco utili” non è certo una novità, che però la considerazione arrivi da Vito Crimi ecco fa un certo effetto. (Il Sussidiario.net)

Su altri giornali

Ha già detto no a Berlusconi e Draghi, per cui sa come muoversi e decidere" Come Movimento siamo arrivati in piena forma, abbiamo un presidente che ha pieno mandato dagli iscritti per rappresentarci in ogni sede. (AGI - Agenzia Giornalistica Italia)

| Video. L'altra indicazione del gruppo di Montecitorio è un no secco al passaggio di Mario Draghi sul Colle più alto. 12 gennaio 2022 a. a. a. Nell'M5s non si vedono soluzioni per sbloccare il voto sul Quirinale. (Liberoquotidiano.it)

Roma, 13 gen. (LaPresse) – Una divisione netta tra parlamentari che rinnovano la fiducia incondizionata al leader Giuseppe Conte e quelli che invece vorrebbero che lo stesso – nella trattativa per l’elezione del presidente della Repubblica – si ‘accompagnasse’ ai capigruppo. (LaPresse)

Anche Conte ora mette il veto su Berlusconi

L’altro scoglio da evitare per Conte era ed è la richiesta di far votare gli iscritti, come avvenne nel 2013 e nel 2015 (avanzata ad esempio da Virginia Raggi). Dopodiché oggi è in programma l’appuntamento che farà da snodo centrale nelle trattative tra il M5S e gli altri partiti, cioè l’assemblea congiunta dei gruppi di Camera e Senato con la presenza di Giuseppe Conte. (La Repubblica)

Lo anticipa nel primo pomeriggio un contiano di ferro: “Ma figurati se scopre le carte stasera. Un puntello comunicativo per non dare adito a dubbi: sul Quirinale decide il capo politico (L'HuffPost)

"Non potremmo mai sentirci vincitori nella partita del Quirinale se dovessimo abbracciare soluzioni che tradiscono i nostri valori" ha aggiunto. "La candidatura Silvio Berlusconi è per noi irricevibile". (ilGiornale.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr