Opa Creval, Credit Agricole Italia ritocca di nuovo il prezzo. Periodo adesione prolungato al 23 aprile

Finanzaonline.com ECONOMIA

Credit Agricole Italia ritocca nuovamente il prezzo dell’Opa lanciata su CreVal, estendendo il periodo di adesione, che si sarebbe dovuto concludere nella giornata di oggi, mercoledì 21 aprile.

Ancora, nella nota si legge che “considerato che il Corrispettivo Aggiornato viene comunicato al pubblico il giorno precedente la chiusura del Periodo di Adesione (per chi legge nella giornata di ieri), ai sensi dell’art. (Finanzaonline.com)

La notizia riportata su altre testate

Conseguentemente, la data di pagamento, originariamente prevista per il 26 aprile 2021, è ora fissata per il giorno 30 aprile 2021. Viene quindi a cadere l'offerta "modulare", costruita da 12,3 euro per azione fissi e 0,30 euro variabili in caso di massiva adesione. (SondrioToday)

(askanews) – Credit Agricole Italia rivede i termini dell’offerta sul Creval, stabilendo un corrispettivo di 12,5 euro per azione anche se non sarà raggiunta la soglia di adesione del 90% per l’Opa. Lo comunica l’istituto di credito, sottolineando che con questa modifica il periodo di adesione all’Opa viene automaticamente prorogato al 23 aprile. (Askanews - TopNews)

Alla fine l’Agricole ha capitolato e ha aggiustato il tiro sull’opa Creval. Ieri hanno aderito, a condizione che il prezzo definitivo fosse 12,5 euro senza ulteriori vincoli (il superamento del 90% di adesioni). (la Repubblica)

Opa Creval, Credit Agricole perfezione ancora l'offerta

***Creval: Agricole, scadenza Opa slitta a venerdi' con prezzo pieno a 12,5 euro. Senza condizione 90% adesioni. La nuova data di pagamento slitta quindi al 30 aprile, vale a dire dopo la record date dei dividendo fissata il 28 aprile. (Il Sole 24 ORE)

Borsa Italiana ricorda che le azioni ordinarie Creval acquistate sul mercato nei giorni 20 e 21 aprile 2021 non potranno essere apportate in adesione all'offerta. 20 Aprile 2021. (Lettura 1 minuto). (ilmessaggero.it)

Il Credit Agricole con le adesioni incassate finora sale al 52,3% del capitale dell’istituto della Valtellina ed è quindi sopra la soglia psicologica del 50% più 1 azione. La holding Dgfd dell’imprenditore francese Denis Dumont e i fondi Alta Global, Hosking Parteners, TIG Advisors e Petrus Advisers, che rappresentanto il 22% del capitale, hanno infatti deciso di aderire all’offerta aggiornata e hanno manifestato il proprio impegno al Credit Agricole Italia (Gazzetta di Parma)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr