Covid. Sgarbi in piazza: "Governo della morte" - Ilmetropolitano.it

Covid. Sgarbi in piazza: Governo della morte - Ilmetropolitano.it
ilMetropolitano.it INTERNO

– “Un governo della morte”.

Sgarbi prende di mira in particolare le misure del decreto varato il 1 Aprile.

“E’ un governo della morte, che ammala i sani e non guarisce i malati”

Prima che la folla radunata in piazza Montecitorio tentasse di sfondare il cordone di polizia, e’ stato Vittorio Sgarbi, leader del Movimento per il Rinascimento, a tenere un comizio a tinte forti.

“Perche’ uno che ha fatto il vaccino puo’ prenderlo lo stesso, e perche’ uno che ha avuto il covid deve andare in giro mascherato?

(ilMetropolitano.it)

Se ne è parlato anche su altre testate

Sono Proteste ancora moderate, non ho visto alcuna forma di violenza, hanno solo cercato di passare la soglia della piazza, d’altronde non si capisce perché quello spazio debba essere off limits per i manifestanti”. (Zazoom Blog)

Vittorio Sgarbi ha condiviso un videomessaggio registrato nel giorno di Pasquetta sui social per esprimere senza peli sulla lingua tutto il suo disappunto, rabbia e indignazione contro il governo Draghi per aver messo in zona rossa l'intero Paese durante le celebrazioni pasquali. (Sputnik Italia)

Tra i manifestanti che hanno dato vita al sit-in davanti alla Camera si sarebbero infiltrati diversi gruppi di estremisti con l’obiettivo di strumentalizzare il disagio sociale e far salire la tensione. (AdHoc News)

Cosa abbiamo fatto di male per meritarci Vittorio Sgarbi?

Anche il critico d’arte e parlamentare Vittorio Sgarbi ha partecipato alla protesta contro le chiusure del Governo. Roma, Sgarbi partecipa alla protesta e cita Padula. “Che vuoi che succeda dopo le 10 di sera a Padula. (L'Occhio)

Lo ha detto all’Adnkronos il critico d’arte e parlamentare Vittorio Sgarbi che ha partecipato alla protesta davanti Montecitorio di ristoratori ed esercenti contro le chiusure del Governo. Proteste a Roma oggi, Sgarbi: “Non ho visto violenza”. (L'Occhio)

La mascherina è come il preservativo, è il paragone di Sgarbi. Un'arma retorica che Vittorio Sgarbi ha dimostrato di saper padroneggiare: la zuffa verbale e l'insulto villano come mezzo per (non) affrontare un discorso o un dibattito. (Today.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr