Tiroide, assegno da 525 euro: quando l'INPS eroga l'accredito

Tiroide, assegno da 525 euro: quando l'INPS eroga l'accredito
ContoCorrenteOnline.it SALUTE

Alcuni problemi alla tiroide possono fare ottenere un assegno INPS da 290 a 525 euro.

Solo inviando tutta la documentazione richiesta si potrà ricevere l’erogazione dei 525,17 euro ogni mese

In alcuni casi, la persona che soffre di problemi alla tiroide può avere conseguenze importanti in relazione al grado di autonomia.

Quando l’invalidità è ai più alti livelli l’INPS eroga la pensione di invalidità. (ContoCorrenteOnline.it)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Assegno mensile Inps tiroide: come funziona? Un bonus tiroide fino a 525 euro al mese viene erogato dall’Inps quando ci sono alcune patologie, vediamo quali e a chi tocca il bonus e come si calcola l’importo mensile. (Quotidiano di Ragusa)

La cifra base del bonus, per quest'anno, è di 291,60 euro e riguarda chi ha un'invalidità dal 74% al 99%. Per chi non è autonomo o ha un'invalidità al 100%, invece, si può arrivare a una cifra di 550 euro (IL GIORNO)

Bonus Tiroide, quali documenti servono? Tiroide: requisiti per chiedere l’assegno all’INPS. I più comuni sono l’ipotiroidismo (quando la ghiandola lavora poco) e l’ipertiroidismo (quando al contrario è sottoposta ad un carico di lavoro endocrino eccessivo), tuttavia esistono patologie più gravi che danno diritto al Bonus tiroide. (Lolnews)

Bonus tiroide, per quali patologie l’Inps eroga fino a 525 euro al mese

Bonus Tiroide 2022: cos’è e a chi spetta. Il bonus tiroide 2022 è un assegno di invalidità civile che viene riconosciuto dall’INPS (Istituto Nazionale di Previdenza) a chi soffre dei quattro disturbi della tiroide, ovvero:. (L'Occhio)

Come fare richiesta. La richiesta dovrà essere inoltrata all’ente e prima di ottenere l’assegno occorrerà sbrigare l’intera procedura correttamente Spetta invece un assegno di 523,82 euro a coloro affetti da drepanocitosi o talassemia major, patologia quest’ultima che spesso è causa di disturbi alla tiroide. (Blitz quotidiano)

I più comuni sono l’ipotiroidismo (quando la ghiandola lavora poco) e l’ipertiroidismo (quando al contrario è sottoposta ad un carico di lavoro endocrino eccessivo), tuttavia esistono patologie più gravi che danno diritto al Bonus tiroide. (Il Gazzettino)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr