Coronavirus: altri 2.142 nuovi contagi. Sono 50.000 gli attualmente positivi in Puglia

TerlizziLive INTERNO

Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 1.912.783 test.

Oggi, sabato 3 aprile, in Puglia, sono stati registrati 13.636 test per l'infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 2.142 casi positivi: 711 in provincia di Bari, 173 in provincia di Brindisi, 183 nella provincia BAT, 241 in provincia di Foggia, 256 in provincia di Lecce, 574 in provincia di Taranto, 3 casi di residenti fuori regione, 1 caso di provincia di residenza non nota. (TerlizziLive)

Ne parlano anche altre fonti

Sempre attraverso Telegram è possibile inviarci segnalazioni in tempo reale anche con video e foto. Ricordiamo inoltre che cliccando “MI PIACE” sulla Pagina Facebook.com/PugliaReporter è possibile seguire tutte le news da Facebook. (VideoAndria.com)

“Una sorta di invito all’anarchia, al si salvi chi può visto che lo Stato non è più in grado di farlo. Ieri il presidente Michele Emiliano ha testualmente detto ‘Evitate di chiedere controlli perché tanto nessuno è in grado di multarvi’,”. (Il Quotidiano Italiano - Bari)

Il totale di casi positivi registrati nelle singole Province pugliesi dall'inizio dell'emergenza. L'aggiornamento quotidiano sul numero dei guariti e dei deceduti in Puglia. Gli attualmente positivi, la percentuale dei ricoverati e il numero di pazienti in terapia intensiva in Puglia. (BisceglieViva)

Parte la stretta: a Lecce, per i controlli, saranno utilizzati non solo gli elicotteri ma anche i droni. Bisogna capire che ogni infezione o contagio che riusciamo a evitare oggi, è una persona che oggi non si contagia e non va a finire in ospedale». (quotidianodipuglia.it)

«Bisogna ridurre al massimo, durante queste festività, ogni occasione di incontro. Le messe si possono seguire in TV, si possono fare per TV e per telefono tutti quelli adempimenti che è possibile fare di persona». (BarlettaViva)

"Chiediamo - concludono - di dare priorità alla scuola, ai nostri ragazzi e ragazze, alle nostre bambine ed ai nostri bambini, da un anno cittadini dimenticati dai decisori politici" Questo non vogliamo che continui, è importante che anche la Regione Puglia si adegui alle direttive nazionali". (La Gazzetta del Mezzogiorno)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr