Due regioni cambiano colore, 186.253 nuovi casi di Covid

Due regioni cambiano colore, 186.253 nuovi casi di Covid
Toscana Media News INTERNO

Ieri erano stati 184mila a fronte di un numero di test analogo.

Un altro picco di vittime, 360 in 24 ore. ROMA — Tornano a crescere in Italia i nuovi contagiati dal Covid: nelle ultime 24 ore ne sono stati individuati 186.253 a fronte di 1 milione e 181mila tamponi.

«Ci siamo cercati e trovati sui banchi di scuola.», il ricordo della moglie di David Sassoli. Epidemia in fase acuta, con un'incidenza nazionale record di quasi 2.000 nuovi casi ogni 100mila abitanti. (Toscana Media News)

Ne parlano anche altre testate

Ci sono 186.253 nuovi casi di Covid nel bollettino della Protezione Civile e del ministero della Salute del 14 gennaio 2022. Coronavirus, la situazione un anno fa: il bollettino del 14 gennaio 2021. Un anno fa, in questa stessa data del 14 gennaio, c’erano 17.246 nuovi casi positivi, con quasi un decimo dei tamponi effettuati, 160.585. (Virgilio Notizie)

Sono stati 360, infine, i decessi. In Italia 18.019 persone ricoverate con sintomi, di cui 1.679 in terapia intensiva. (Termoli Online)

Lo ha spiegato il presidente dell’Iss, Silvio Brusaferro, in un video di commento ai dati del monitoraggio settimanale del ministero della Salute-Iss. Così Brusaferro commentando il monitoraggio settimanale. (Nuvola Tv)

Covid, 186.253 contagi e altri 360 morti: Omicron domina in tutt'Italia. Campania in zona gialla

Covid: 4.473 nuovi contagiati nel Bresciano, 33.856 in Lombardia e 186.253 in Italia. La regione con più contagiati è la Lombardia con 33.856 nuovi positivi, seguita da Emilia Romagna 20.346, Campania 20.206, Veneto 18.357, Lazio 15.307, Piemonte 14.609 e Toscana 11. (Prima Brescia)

Nell'ultimo giorno sono morte 360 persone affette da Coronavirus per un totale di 140.548 decessi dall'inizio dell'epidemia. Attualmente positivi: 2.398.828 (+75.310). (Firenze Viola)

Covid, la variante Omicron predominante. «In Italia il 3 gennaio scorso la variante Omicron» del Covid «era predominante, con una prevalenza stimata all’81%, con una variabilità regionale tra il 33% e il 100%». (Secolo d'Italia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr