Covid, in rianimazione malati di 35 anni. Vaccinazioni a pieno ritmo: adesso AstraZeneca non fa più paura

corriereadriatico.it ECONOMIA

rocede senza intoppi e con celerità la campagna vaccinale in Area Vasta 5.

Questo, probabilmente, per effetto della campagna vaccinale che ha coinvolto le persone anziane.

Anche se, e questo è un dato certamente negativo, l’età media dei pazienti ricoverati nei reparti Covid si è abbassata notevolmente.

E le conseguenze sono sotto gli occhi di tutti con un abbassamento dell’età media dei pazienti ricoverati per Covid»

«Negli ultimi tempi – spiega la Petrelli – nei nostri reparti ci sono pazienti che hanno una età tra i 35 anni e i 70 anni. (corriereadriatico.it)

Ne parlano anche altri media

La Danimarca è al momento il primo paese europeo a sospendere il vaccino Johnson & Johnson in attesa di ulteriori analisi che confermino gli eventuali rischi per la salute dei pazienti La direttrice dell’agenzia danese del farmaco Tanja Erichsen è infatti svenuta poco dopo aver dato la notizia del blocco delle dosi, accasciandosi improvvisamente sul pavimento e venendo immediatamente soccorsa dal capo dell’Istituto superiore di sanità danese Soren Brostrom. (Notizie.it )

Entrambi i prodotti utilizzano la stessa tecnologia e proprio il vettore virale potrebbe essere associato, secondo un'ipotesi allo studio, agli eventi rari di trombosi segnalati. L'ipotesi allo studio, spiega Clavenna, è che proprio il vettore virale possa essere in qualche modo collegato al meccanismo che innesca tali eventi avversi rari (Notizie - MSN Italia)

Chiedo la collaborazione di tutti, dagli Ordini professionali al sindacato, perché serve tornare a correre come prima. Una postazione sarà operativa a partire dalle ore 8 di venerdì anche ad Augusta, nella palestra del plesso Polivalente della scuola “Domenico Costa”, laddove è stato vaccinato il personale docente e Ata under 55 da fine febbraio. (La Gazzetta Augustana.it)

Sei le vittime (916), in crescita i ricoverati con 5 ingressi in area medica (476) e 1 in terapia intensiva (44). Quasi la metà dei nuovi casi (245) sono stati individuati in provincia di Cosenza mentre altri 133 nella provincia di Reggio; 93 sono stati individuati nel catanzarese, 61 nel crotonese e 8 nel vibonese (Il Crotonese)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr