Draghi volerà in Libia: ma pesano gli errori di Conte e Di Maio

Draghi volerà in Libia: ma pesano gli errori di Conte e Di Maio
InsideOver ECONOMIA

Ma è a poche miglia dalle coste siciliane: e qui si decide in gran parte il nostro destino nel Mediterraneo.

Con gli Stati Uniti che si sono disinteressati del Mediterraneo (e in particolare della Libia), il gioco è apparso fin troppo facile

Mario Draghi andrà in Libia tra due giorni.

Il problema è che Draghi arriva in Libia non certo con un terreno preparato nel migliore dei modi.

Ecco perché è qui, sulle coste libiche, che Draghi ha voluto fare la sua prima visita ufficiale all’estero. (InsideOver)

La notizia riportata su altri giornali

Roma, 6 apr. Così il premier, Mario Draghi, nelle dichiarazioni congiunte al termine dell’incontro con il primo ministro libico, Abdel Hamid Mohamed Dabaiba (LaPresse)

Il viaggio di Mario Draghi in Libia non sarà una passerella. E nessuno come Mario Draghi conosce i meccanismi e i contrappesi politici nelle relazioni tra le banche centrali europee e le ricadute su Tripoli (Avvenire)

Obiettivo il ritorno della leadership italiana per la stabilità politica del Paese nordafricano | CorriereTv. Oggi la prima visita all’estero di Draghi, in Libia con il ministro degli Esteri Luigi Di Maio. (Corriere TV)

Mario Draghi ringrazia i libici per i "salvataggi"

Così il premier, Mario Draghi, nelle dichiarazioni congiunte al termine dell’incontro con il primo ministro libico, Abdel Hamid Mohamed Dabaiba (LaPresse) – “C’è la volontà di riportare l’interscambio tra i due paesi ai livelli che aveva 5-6-7 anni fa e anzi la conversazione di oggi mi assicura che si vuole anche superare quel livello. (LaPresse)

«Si poteva far di più, ma vogliono lavorare con l’Italia e dobbiamo evitare di crearci problemi da soli All’aeroporto Mitiga di Tripoli ci sono ancora le carlinghe squassate dalle bombe accanto alla pista di atterraggio e lui presiede il consorzio di aziende italiane (Aeneas) che lo ricostruirà. (la Repubblica)

“Un requisito essenziale per procedere con la collaborazione è che il cessate il fuoco continui”, ha dichiarato Draghi. Il premier Mario Draghi ha ringraziato il governo libico per “i salvataggi” dei migranti in mare, affermando che non si tratta solo di un problema politico ma anche “umanitario”. (L'HuffPost)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr