«Aspettiamoci un aumento importante dei contagi futuri tra i giovani». Ecco perché

«Aspettiamoci un aumento importante dei contagi futuri tra i giovani». Ecco perché
ilmessaggero.it SALUTE

Con 336 casi settimanali (48 in media al giorno) la curva epidemica si è riportata ai livelli di due mesi da esatti.

Contagi in crescita anche a Perugia, con cluster legati alla variante Delta in rapida estensione: 96 i casi settimanali, con l’incidenza risalita a 58.

Focolaio al quale il Comune ha reagito vietando le manifestazioni itineranti legate al folklore popolare o comunque di carattere storico. (ilmessaggero.it)

Ne parlano anche altre testate

Oristano. Partono i controlli nelle strutture sanitarie. C’è anche un medico tra gli ultimi contagiati dal coronavirus in provincia di Oristano. A Terralba, invece, i nuovi contagi resi noti ieri sera dal sindaco Sandro Pili sono tre (Linkoristano.it)

Venendo agli ospedali, la situazione resta molto buona: al 19 luglio, in Romagna i ricoveri sono 5, cioè 2 in più rispetto al 12 luglio, di cui nessuno in Terapia intensiva Dal 12 al 18 luglio nel 2020 invece in provincia di Ravenna i casi erano 34. (Il Resto del Carlino)

Ma ieri il territorio reggiano, da quanto emerge dai dati forniti dalle Ausl, ha un altro record negativo: il più alto tasso di nuovi casi positivi. Così come la percentuale dei positivi in Emilia-Romagna si attesta sul risibile 1,7% (324 nuovi casi) rispetto ai tamponi effettuati ieri (18. (Il Resto del Carlino)

In vacanza in Sardegna con doppio vaccino: turista ricoverato per variante Delta

Tuttavia, è bene prendersi un po’ di tempo per capire se effettivamente si è fuori pericolo dopo aver avuto un contatto con un positivo al Covid. Covid, come si manifesta l’infezione nei vaccinati. Esperti e scienziati sembrano tutti d’accordo nell’affermare che i vaccini, ad oggi, continuano ad essere la migliore arma contro le infezioni da Covid. (QuiFinanza)

Ma resta il fatto che è arrivato il primo focolaio proprio in una comunità così piccola. Gli otto positivi di Airole già accertati sono al proprio domicilio e per adesso non hanno bisogno di alcun ricovero ospedaliero, per fortuna (La Stampa)

È ricoverato nel reparto di malattie infettive di Sassari l'ex infermiere che ha contratto la variante Delta del Covid nonostante la doppia dose del vaccino effettuata prima di giungere in vacanza in Sardegna. (Olbiapuntoit)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr