Duplice cessione del credito Superbonus 110%, SAL e sconto in fattura: nuove indicazioni delle Entrate

ingenio-web.it ECONOMIA

(corrispondente alla detrazione spettante) nei confronti "di ".

Superbonus 110%: nuovi chiarimenti del Fisco su duplice cessione del credito con SAL e sconto in fattura. Agenzia delle Entrate: in presenza di diversi fornitori per il medesimo intervento, la detrazione spettante è commisurata all'importo complessivo delle spese sostenute nel periodo d'imposta nei confronti di ciascuno di essi.

L'indicazione finale. (ingenio-web.it)

Ne parlano anche altri media

La scadenza potrà poi essere ulteriormente allungata di 6 mesi, ovvero fino al 31 dicembre 2022, se per fine giugno 2022 i lavori avranno raggiunto almeno il 60% del progetto totale. Per i condomini è previsto un unico termine di scadenza senza possibilità di allungarlo e la data è quella del 31 dicembre 2022. (Salernonotizie.it)

La semplificazione richiesta sull’avvio dei lavori ha trovato riscontri e anche sul tema dei prezzi delle materie prime le aule parlamentari e la compagine governativa sono al lavoro. La soluzione contenuta nel testo del Decreto Semplificazioni approvato nel mese di giugno è salomonica e allo stesso tempo “efficiente”. (serramentinews)

Per rendere appetibile il superbonus 110%, in sede di conversione in legge del D.L. 119 del decreto Rilancio, oggi sostituito;. - consentire il superbonus 110% anche agli immobili condonati, la cui pratica ancora non è stata definita; in caso di rigetto del condono si deve recuperare il superbonus 110%;. (Ipsoa)

34/2020 spettava per le spese sostenute dal 1° luglio 2020 e fino al 31 dicembre 2021. (21G00070), viene confermata la proroga del superbonus 110 al 31 dicembre 2022. (InvestireOggi.it)

Approfondimento. Incredibile novità per i sistemi che eliminano la muffa perché rientrano nel Superbonus 110% e si possono detrarre interamente Il Superbonus 110% in questi giorni è al centro delle attenzioni. (Proiezioni di Borsa)

Superbonus 110, cumulabilità con altri bonus. La questione è chiara: nel caso in cui per il medesimo intervento sia possibile astrattamente beneficiare sia del Superbonus sia di altre agevolazioni fiscali (come ad esempio Ecobonus, Bonus Ristrutturazioni, Bonus Facciate o Sismabonus), il contribuente dovrà necessariamente scegliere soltanto una tra le agevolazioni previste, “rispettando gli adempimenti specificamente richiesti in relazione alla stessa”. (Ediltecnico.it - il quotidiano online per professionisti tecnici)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr