Custodiva in camera il corpo della mamma deceduta da circa tre mesi

Custodiva in camera il corpo della mamma deceduta da circa tre mesi
marcheingol.it INTERNO

Sono quattro gli elementi salienti di questo nuovo Dpcm: 1) entrerà in vigore a partire da lunedì 26 aprile

Un primo riscontro del medico legale sul corpo avrebbe confermato un decesso avvenuto circa 90 giorni fa, probabilmente per cause naturali.

L'uomo è stato denunciato per occultamento di cadavere, ma non sono da escludere ulteriori accuse come truffa allo Stato.

La donna vive insieme al figlio di 47 anni che però non avrebbe denunciato il decesso, probabilmente per riscuotere la pensione. (marcheingol.it)

Se ne è parlato anche su altre testate

Ma quello che mi ha colpito di più è che la madre non si è scagliata contro la figlia omicida. Nonostante tutto il cuore di una mamma ama sempre i propri figli. (Tirreno News - Informazione Tirreno Cosentino)

In realtà la madre è già una modella di nudo affermata che ha posato per diverse riviste maschili nella sua carriera. Leo ha iscritto la madre, Lucene Duarte, su OnlyFans nella speranza di guadagnarsi una piccola paghetta extra. (DR COMMODORE)

0 Facebook Dramma a Matina, Patrizia giovane mamma muore a soli 48 anni e lascia 3 figli Cronaca 3 Maggio 2021 16:22 Di redazione 1'. Patrizia era ricoverata da settimane al Dea di Lecce, dopo aver contratto il Covid. (Voce di Napoli)

La madre: «Yessin non doveva essere su quella strada maledetta»

I tre. familiari sono deceduti uno dopo l’altro in soli 18 giorni Anche lui era ricoverato all’ospedale di Mestre, dall’11. dicembre scorso, colpito da una grave forma del virus. (euronews Italiano)

La donna, quarantottenne di Matino (nata però a Parabita) già malata da qualche tempo, è spirata dopo aver combattuto contro il virus, senza però riuscire a trionfare. Riportiamo di seguito il ricordo della maestra di uno dei suoi bimbi: “Era una donna molto solare e sempre sorridente, era una persona buona e discreta”. (Napoli.zon)

Non so cosa lo abbia spinto a salire su un ciclomotore e a girovagare di notte, so solo che non rivedrò mai più il suo sorriso». Mio figlio era ospite di un amico a Calvagese dove avrebbe dovuto trascorrere la notte, non poteva essere su quella strada maledetta. (Brescia Oggi)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr