Varianti Covid, a Chieti il primo morto per la brasiliana: «Era stato in Umbria»

Varianti Covid, a Chieti il primo morto per la brasiliana: «Era stato in Umbria»
Il Mattino INTERNO

Si tratta di un uomo di 67 anni con altre patologie che era ricoverato nel reparto di Medicina Covid.

Il soggiorno in Umbria. «Si è trattato di un paziente tornato da una residenza a Perugia e appena è arrivato in ospedale, sentendo i medici dell'ospedale di Chieti, c'è stato subito il sospetto che si potesse trattare di una variante brasiliana del Covid 19.

Un uomo della provincia di Chieti positivo alla variante brasiliana del coronavirus è morto all'ospedale del capoluogo teatino, dove era ricoverato per i sintomi del Covid-19. (Il Mattino)

Se ne è parlato anche su altri media

E basta anche sostenere che siamo ultimi, perché la nostra percentuale stamattina è la 13esima su 21 Regioni e Province autonome. Lo puntualizza l’assessore regionale alla Salute, Nicoletta Verì, che torna a ribadire come “l’organizzazione allestita in Abruzzo, coordinata dal referente regionale Maurizio Brucchi, funziona e i numeri lo confermano”. (AbruzzoLive)

«Motivazioni tecniche non ce ne sono, perché i tamponi hanno le stesse dimensioni», ha dichiarato il dottor Paolo Fazii. «Si tratta di tamponi floccati, quelli di cui è fornita pure la Protezione Civile e che usiamo in Italia da quando è cominciata la pandemia (Rete8)

RITENUTO, per quanto sopra indicato, necessario effettuare una analisi puntuale in ordine alla presenza delle varianti sul territorio regionale e sulle modalità di gestione dei casi correlati, acquisendo ulteriori dati di dettaglio dalle AASSLL – aggiornati alla data del 21.02. (Rete8)

Scuole superiori: in Abruzzo prolungata di una settimana la didattica a distanza

Il presidente della Regione, Marco Marsilio, ha firmato un'ordinanza, la numero 8 del 20 febbraio, che proroga di sette giorni la didattica a distanza nelle scuole medie e superiori in tutto l'Abruzzo. (AbruzzoLive.tv)

Seguono le province di Brescia (+704), Napoli (+684), Milano (+649) e Torino (+511). Nessun caso nella provincia di Nuoro e Sud Sardegna, solo un nuovo caso nelle province di Enna e Crotone (LaPresse)

A stabilirlo è l'ordinanza n.8 del 20 febbraio 2021 firmata poco fa dal presidente della Regione Marco Marsilio. Il presidente della Regione stabilisce la "la proroga di 7 giorni del termine di scadenza prevista al punto 7 dell’OPGR n. (Zonalocale Abruzzo)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr