Giustizia, Cartabia: "Su riforma penale chiesta fiducia ma non smetto di ascoltare"

Adnkronos INTERNO

Ad assicurarlo è stata la ministra della Giustizia, Marta Cartabia, intervenendo al Congresso nazionale forense.

Leggi anche Riforma Cartabia, ok Cdm a fiducia. "La proposta di riforma del processo penale come tutto è perfettibile, non è mio temperamento incaponirmi su una idea, so bene che tutte le leggi sono riformabili, ma quella riforma va guardata nella sua interezza.

Nonostante la proposta sia stata approvata dal governo io non smetto di ascoltare, non smetto di vagliare attentamente tutte le ragioni che sono state esposte e cercare di capire laddove davvero segnalano una criticità se è possibile rimediarvi". (Adnkronos)

Su altri giornali

’ESCAMOTAGE DI CARTABIA PER SFUGGIRE AL CSM. L’effetto è ritardare il giudizio del Csm sulla riforma: la discussione non potrà avvenire prima di fine di luglio o inizio agosto. (Il Fatto Quotidiano)

Forza Italia, con i suoi rappresentanti in Commissione Giustizia, prepara una offensiva su alcuni fronti. Alla Camera, in commissione Giustizia, Forza Italia ha già chiesto un allargamento del perimetro di esame della riforma. (ilGiornale.it)

Con la riforma, invece, si arriva a un paradosso: un reato con una prescrizione di 15 anni può diventare improcedibile quando mancano, magari, ancora sette od otto anni alla sua estinzione. Alla richiesta di rinvio a giudizio avete allegato un “calendario” con le date di prescrizione per ogni accusa. (Il Fatto Quotidiano)

Dopo aver lasciato parlare un po’ tutti, ha preso subito la decisione di porre la fiducia al provvedimento di Cartabia. Incredibili che i nipotini di Breznev e simili si annidino tra i 5 Stelle e mettano solo in imbarazzo il Partito democratico (Il Sussidiario.net)

Piero Sansonetti Giornalista professionista dal 1979, ha lavorato per quasi 30 anni all'Unità di cui è stato vicedirettore e poi condirettore Mussolini, baldanzoso, annunciò già la vittoria delle truppe italiane, usando il suo linguaggio fantasioso e sempre aggressivo: “spezzeremo le reni”. (Il Riformista)

Quando quella tempistica sarà codificata nella legge, è ovvio che diventerà un obbligo morale per il sistema adeguarvisi il più presto possibile. Speriamo che gli altri partiti lo capiscano e non si mettano a fare barricate inutili che indebolirebbero la nostra già non facile situazione. (Quotidiano del Sud)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr