Credit Suisse segna un altro nuovo minimo di sempre in borsa

Corriere del Ticino ECONOMIA

Intanto la sfiducia dei mercati finanziari è testimoniata anche dall'aumento del costo delle coperture contro un'insolvenza della grande banca, i cosiddetti credit default swap (CDS). Secondo i dati Reuters, hanno raggiunto un nuovo massimo di 403 punti. L'ultima volta che il costo dei CDS - sorta di assicurazione anti-bancarotta - erano saliti a livelli analoghi era stato all'inizio di ottobre: all'epoca si erano diffuse sui media sociali voci riguardo a una possibile insolvenza della banca. (Corriere del Ticino)

Se ne è parlato anche su altri giornali

La performance attuale dall'inizio dell'anno è da dimenticare: -60%. (Ticinonews.ch)

A perdere valore sono stati anche i bond. (Il Fatto Quotidiano)

Il titolo di Credit Suisse prosegue la sua corsa verso il basso e martedì ha fatto segnare un nuovo minimo storico. Attorno alle 11 l’azione valeva 2,885 franchi, in calo del 3,8% rispetto alla chiusura di lunedì. (RSI.ch Informazione)

Intanto la sfiducia dei mercati finanziari è testimoniata anche dall'aumento del costo delle coperture contro un'insolvenza della grande banca, i cosiddetti credit default swap (CDS). Secondo i dati Reuters, hanno raggiunto un nuovo massimo di 403 punti. (Corriere del Ticino)

Nel quadro dell'aumento di capitale approvato mercoledì scorso in occasione di un'assemblea generale straordinaria tenutasi a porte chiuse, gli azionisti si sono visti accordare un diritto di sottoscrizione per ogni titolo già detenuto. (Corriere del Ticino)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr